WEEK-END

Una Firenze diversa: Fabio Picchi e il suo Teatro del Sale

domenica, novembre 21, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments



Se siete appassionati di arte e come me divoratori della cultura del cibo, fermatevi un attimo perché state per leggere un ‘ esperienza che dovete assolutamente vivere.
Questa esperienza nasce a Firenze al Teatro del Sale un luogo dove si incontrano l’arte di Maria Cassi e la maestria dello chef Fabio Picchi, una moglie ed un marito che unendo le loro anime e le loro passioni hanno dato vita ad un luogo unico dove hanno reso unica la serata che ho vissuto.
Lui Fabio Picchi chef dello storico Cibreo di Firenze, lei Maria Cassi attrice bravissima e purtroppo ancora poco conosciuta in Italia hanno creato questo luogo d’incontro per i fiorentini e gli “stranieri” che desiderano passare una serata indimenticabile.
Su consiglio di amici sono andata senza sapere cosa mi sarebbe accaduto ed è stata una sorpresa continua…fin dall’ ingresso del teatro, che avviene tramite la bottega dove si possono acquistare dei barattoli di pelati, miele e acciughe, si sente una voce gridare….
Si entra e ci si trova davanti ad un teatro con i tavoli apparecchiati, sedie e poltroncine rosse, una cucina a vista anni 50 con forni a legna e brace e poi arriva lui il grande Picchi, apre la finestra della vetrata della cucina e comincia a declamare con potenza e con uno spiccato accento fiorentino i piatti che sono pronti dalla cucina: un tripudio di Polpettineeeeee alla livorneseeeee; lampredotto, rigatinoooooooo cotto lentamente, fusilli grandi al ragù, crema di ceci e lenticchie, zuppa di arselle piccantissima.....
Inutile dire che si è mangiato benissimo, sapori forti e decisi, sapori antichi e dimenticati...e per finire dopo la cena uno spettacolo di danze balinesi...e di colpo siamo stati catapultati nel fascino, la grazia e l'elenganza delle danzatrici...
Sono tornata a casa con nuove emozioni nel cuore, con la consapevolezza che ciò che da anima alla vita è la passione e la cultura e... la buona compagnia dei miei cari amici!
p.s. ho comprato in ricordo del week end il libro di Fabio Picchi "i dieci comandamenti per non fare peccato in cucina" che dire: un cuoco, un poeta!

1 commenti:

INSALATE,

Una bontà in solitaria...

mercoledì, ottobre 27, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments


Il mercoledì spesso è la mia serata...la serata in cui sono sola: non ci sono le lavatrici ed i piatti da fare, dove mi posso rilassare, godere la casa e il nuovo divano, essere la regina del telecomando oppure rilassarmi e fare un bel bagno caldo e naturalmente mangiare.....
Questa sera mi sono cucinata una velocissima piadina con speck e ed il mio amato gorgonzola un' altra sera invece ho mangiato un insalata dai sapori mediterranei e freschi ovvero INSALATA DI SGOMBRO CON RADICCHIO E ARANACE.
Il procedimento è facilissimo basta tagliare a listarelle il radicchio, pelare a vivo le arance e usare dello sgombro di qualità sotto'olio. Condire con un filo di olio extravergine di oliva e del balsamico sale e pepe.
E anche se siamo già in inverno e la nebbia almeno al nord inizia timida a farsi vedere mangiandola mi sembrava di essere in un ristorantino in riva al mare magari in qualche bella spiaggia del nostro Sud Italia....
Ora continuo la mia serata con un pò di tv.....
Good Night!!!!

1 commenti:

CREME E VELLUTATE

Si replica............

domenica, ottobre 24, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments


Come uno spettacolo teatrale di successo anche questa mia ricetta a casa nostra si replica spesso: Crema di ceci con gamberi

Il grande Fulvio Pierangelini l'ha ideata, io l'ho rientepretata a modo mio proprio all'inizio della nascita del mio blog ed oggi ve la riprpongo di nuovo riportandovi ad uno dei miei primi post, questa volta con tanto di foto...

E' oramai passato quasi un anno dall'inizio del mio blog, un blog nato per caso dalla passione per i sapori e la cucina in un momento di forti cambiamenti nella mia vita, un trasferimento, una convivenza e tanto tempo libero per cucinare....
Oggi dopo un anno sono qui nella mia nuova casa che piano piano sta prendendo forma con divani, tende, vasi, cornici...il mio compagno al mio fianco...un lavoro...lo stress...le difficoltà e le gioie quotidiane e lei... la mia PASSIONE PER LA CUCINA che riesce ogni giorno a rilassarmi e donarmi la sicurezza e la gioia che non mi abbandonerà mai, che il mio sogno di trasformarla in un lavoro ha solo bisogno di tempo e magari di una vincita al superenalotto!!! :)
Buona domenica a tutti....

5 commenti:

DOLCI

Una coccola....

domenica, ottobre 24, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments


Buona domenica a tutti...
questa mattina sarà stata la pioggia, il calduccio di casa quella marmellata di mele che mi guardava...ma mi è venuta un'irrefrenabile voglia di fare un dolce...ed ecco sfornate delle sfogliatine di mela veloci e buonissime.

SFOGLIALTINE ALLE MELE

- Pasta sfoglia
- marmellata di mele (la mia è buonissima, una purea di mele fatta da mia suocera, voi potete usare qualsiasi marmellata,sicuramente però il risultato migliore si otterrà con delle marmellate fatte in casa)
- zucchero di canna
- cannella
- tuorlo di uovo e un pò di latte

Tagliare la sfoglia in quadrati. Spennelare con il tuorlo e un pò di latte. Aggiunegere dello zucchero di canna e un cucchiaio di marmellata. Spolverare con la cannella. Chiudere a saccotino e spennellare di nuovo con tuorlo e latte e cospargere con dell'altro zucchero di canna.
Mettere in forno ventilato e preriscaldato per 15 minuti a 200°C.

Una prelibatezza......da servire con un buon caffè

2 commenti:

PENSIERI

sabato ci vado...

mercoledì, ottobre 13, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Ciao a tutti miei amici di gusti e sapori...purtroppo la mia "latitanza" prosegue ma sono stata rapita nel vortice della quotidianità, del lavoro, della casa, della famiglia, dello sport e purtroppo rimane poco tempo per dedicarmi alla mia passione...ma prometto che riprenderò, ho in serbo tante ricette e fotografie meravigliose del corso di Happy Hour con Sebastiano Molani con il quale ho inaugurato i corsi del nuovo anno della scuola di Peccati di Gola con sede a Castelfranco Veneto a casa di Dani...
Questo post per segnalarvi un posto interessante dove cercherò di andare sabato si chiama In.gredienti il negozio di Alajmo...Fomaggi, verdure, carne, pesce, salumi, vini, birre, caffè, olio, pasta, riso e anche il pane a lievitazione naturale preparato da Massimiliano Alajmo...ed inoltre da potare via alcuni dei piatti che si possono assaggiare al ristorante La Calandre, inosomma visto che oramai da un anno abito in zona a Padova non posso non andare!! Vi racconterò.....

0 commenti:

INSALATE

Dalla Toscana, passando per L'Umbria, arrivando in Veneto: La Panzanella

martedì, agosto 10, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Eccomi qui!!!
questa sera voglio prendermi una pausa e vi voglio dare una ricetta fresca ed estiva...visto che oramai l'estate sta finendo....
Conoscete la Panzanella? è un piatto rustico di origine toscano a base di pomodori, cetrioli, cipolla rossa, pane raffermo. Dalla Toscana all' Umbria il passo è breve così come altre ricette umbre vengono riprese dalla tradizione culinaria toscana Così la Panzanella questo piatto estivo semplice da realizzare e gustoso da mangiare era il piatto forte della mia nonna e della mia mamma per le cene estive. Ed ora che mi sono trasferita in Veneto è diventato il piatto più richiesto dal mio amore "polentone"!!!

Basta prendere dei pomodori maturi, cetrioli e cipolla rossa preferibile quella di tropea e tagliare il tutto a cubetti.
Aggiungere se si vuole dell'insalata e altre verdure come carote, mais, peperoni e amlgamare il tutto in una ciotola.
E poi il pezzo forte: prendere del pane raffermo, l'ideale è il pane toscano, per intenderci il filoncino senza sale tipico della Toscana e Umbria (io ne faccio scorta ogni volta che vado dai miei ad Assisi e lo conservo in congelatore) bagnarlo con un pò di acqua e aceto di vino (o se volete un gusto più delicato aceto di mele).
Unire il pane strizzato e spezzettato alla ciotola con gli altri ingredineti, condire con sale pepe e olio e un pò di aceto e amalgamare il tutto con l'aiuto delle mani perchè così tutto diventa più omogeneo.
Mettere in frigo e servire freddo. E ' il classico piatto che ancora più buono se viene mangiato il giorno dopo....provatelo è un ottima alternativa alle insalatone!!!
Io ne vado matta!!!

Purtroppo non sono riuscita a mettere nessuna foto, ma quando sono andata per farle la macchina fotografica aveva la batteria scarica, ma la voglia di scrivere qualcosa era tanta!!!! A presto....mi siete mancati e tanto!!!!

0 commenti:

PENSIERI

Latitanza forzata.........

martedì, agosto 03, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments

Ciao a tutti miei cari amici....
purtroppo come avrete visto sono stata latitante per un lungo periodo, ma il lavoro mi tiene molto impegnata e la mia nuova vita da convivente-casalinga-lavoratrice non mi da tregua!!!!
Tempo per scrivere e cucinare non ne ho....è vero che si deve pur mangiare, ma non posso mica postare prosciutto e melone o caprese di bufala o insalate varie??!! anche se modestamente tutti questi semplici piatti estivi vengono sempre preparati con amore e grazia!!!

A tutti voi che andate in vacanza....buone ferie....io rimarrò in Veneto!!!! :( :(

3 commenti:

CORSO

Sogno di una cena di mezza estate

domenica, giugno 20, 2010 Romina Sannipoli 4 Comments

Forse questa giornata non è l'ideale per parlare di estate, di sole, di sapori freschi ed estivi vista la quantità di pioggia che sta cadendo da ieri almeno qui nel profondo nord est!!! :)
Ma voglio lo stesso parlarvi della serata di mercoledì scorso che ho trascorso in compagnia della scuola di Peccati di Gola...come tutte le scuole anche quella di Castelfranco Veneto va in ferie e riaprirà a settembre con tanti nuovi corsi,così per salutare l'estate Dani ha organizzato " Sogno di una cena di mezza estate" con lo chef dell' Hotel Villa Romanazzi di Bari Francesco Paldera, bravissimo chef che ci ha preparato stuzzicchini e finger food deliziosi e gustosi al palato e meravigliosi nelle loro presentazioni...
Un equilibrio perfetto di colori e sapori estivi....tutti con una caratteristica: semplici da rifare....
Strepitosi i suoi bicchierini con macedonia di seppie e polipo, asparagi, rapa rossa e mela verde o l'insalata di farro con filetto di tonno marinato agli agrumi ed olio extravergine di oliva....e poi un fuori programma con una pasta strepitosa: dei cavatelli in guazzetto di cozze di bari...che dire non c'è paragone con le nostre le mangiavi (anche crude) e sentivi il sale...il mare...il sole gli scogli delle spiagge pugliesi...
Bravo Chef!!!! Brava Dani come sempre ospitale e sorridente!!!











4 commenti:

SECONDI DI PESCE

"Io me e Romina": Sandwich di pesce

domenica, giugno 13, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments




Avete mai visto su Sky o Cielo il programma di Simone Ruggiati " Io me e Simone"? nooo??? allora vi consiglio di farlo ....su cielo lo trovate alle 13.00...lo chef Simone bravo, simpatico ed irriverente ogni giorno presenta delle ricette fantasiose e semplici da realizzare come questo "sandwich di pesce" veloce da preparare e ottimo da mangiare...
Così venerdì scorso tornata dal lavoro mi sono fermata al mio solito supermercato, al reparto pescheria non ho trovato il pesce persico, pesce che lo chef ha consigliato per questa ricetta, così ho preso dei filetti di merluzzo, dei pomodori da insalata, dei cipollotti freschi e della mentuccia, se la trovate fresca sarebbe l'ideale, altrimenti prendete quella in barattolo già essicata....
Ultimo ingrediente del pane toscano, per intenderci il pane senza sale che è tipico della zona toscana-umbria, ideale per fare le bruschette.
Io il pane non l' ho comprato, infatti ogni volta che vado ad Assisi dai miei cari me ne porto su sempre qualche filetta, la taglio a fette e la conservo in freezer....così ho sempre una scorta di qesto pane straordinario che si adatta ad ogni preparazione.
Ricapitolando ecco gli ingredienti che vi servono:

- filetto di persico o altro pesce preferibilmente senza lische
- cipollotti
- pomodori da insalata
- limone
- olio extravergine di oliva e burro
- vino bianco secco
- poca farina
- menta
- sale e pepe
- pane toscano

Tagliate il pesce in tranci più o meno della stessa misura delle fette di pane, infarinateli leggermente e metteteli in padella dove avrete messo dell'olio e un pò di burro, del cippollotto tagliato fino (del cipollotto prendete solo la parte più morbida e verde del gambo)
Fate rosolare il pesce da entrambi i lati e poi bagnate con del vino bianco e il succo di un limone, lasciate cuocere per 10 minuti bagnando ogni tanto il pesce con il liquido.
Tagliate a fette il pomodoro e mettetelo quasi alla fine della cottura del pesce nella stessa padella così che prenda sapore.Sale e pepe e della mentuccia.
Nel frattempo mettete in forno le fette di pane e fatele tostare quando sono quasi pronte bagantele con un pò di liquido di cottura del pesce.

Ed ora formate il vostro sandwich prendendo una fetta di pane tostato, appogiate una fetta di pomodoro e un pezzo di pesce, un filo di olio extravergine di oliva....ed il sandwich è fatto.
Sapore fresco ed estivo, potrebbe essere un'ottima idea per far mangiare il pesce anche ai bambini che non sempre lo gradiscono....

Bravo Simone Ruggiati e Brava anche a me!!! ; )

1 commenti:

L'Angolo DiVino

50&50 Avignonesi & Capanelle

venerdì, giugno 04, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments



Ho pensato di usare questo mio blog di cucina e pensieri per parlarvi anche di vino, l'altra mia passione...Anni fa ho fatto un corso per sommelier con L'Ais Associazione Italiana Sommelier, ho fatto esperienze lavorative in merito e ora anche se professionalmente è un periodo in cui mi occupo di altro, non trascuro la mia passione e ho pensato di mettere a servizio di voi miei cari amici foodbloger le mie conoscenze in materia...perchè si sa ogni buon piatto va accompagnato da un buon vino, non per forza si deve seguire l’abbinamento imposto dalle tecniche di servizio riconusciute, a volte un vino va scelto anche seguendo il territorio di appartenenza, i ricordi e i sapori legati a quella bottiglia piuttosto che un’altra….qui parlerò dei vini che amo, che mi piace bere, dandovi delle curiosità e degli abbinamenti, fatemi delle domande e sarò felice di aiutarvi a sciegliere il vino adatto per ogni occasione.

Inizio questo "Angolo DiVino" parlandovi di un’innovazione che ho conosciuto per la prima volta durante il mio corso da Sommelier AIS, un vino che ha segnato un evento in Italia, un incontro fra due cantine toscane che ha generato un vino straordinario come straordinaria è la sua storia.
50&50 Avignonesi – Capanelle.

La vendemmia del 1988 fu un’annata straordinaria per la regione Toscana. Tale evento ha visto nascere questo vino frutto della combinazione fra i vitigni Sangiavose (50%) di Capanelle e Merlot (50%) di Avignonesi. Il connubio di queste due uve crea un vino dal colore rosso rubino intenso, all’olfatto risulta penetrante con una spiccata aromaticità, al gusto pieno e delicato con sentori di frutti rossi vaniglia e tabacco.
Può essere abbinato con carni e selvaggina, formaggi stagionati e saporiti. È un vino che può essere gustato anche da solo, a fine pasto da solo, insomma per usare il termine tecnico può essere anche un vino da Meditazione, espressione coniata dal giornalista Luigi Veronelli. Va servito in bicchieri ampi a forma di Tulipano così da permettere l’ossigenazione del vino.

3 commenti:

PENSIERI

..........impressi nel tuo cuore............

giovedì, maggio 27, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

“Forse sono i nostri errori a determinare il nostro destino.Senza quelli che senso avrebbe la nostra vita?Probabilmente se non cambiassimo mai strada,non potremmo innamorarci,avere un figlio,essere cio' che siamo;del resto le stagioni cambiano,e così pure le città...la gente entra nella tua vita e poi ne esce,ma è confortante sapere che coloro che ami rimangono per sempre impressi nel tuo cuore….”


In attesa di andare a vedere il segiuto di Sex & City 2 il film….riporto qui questa frase della glamour e meravigliosoa Carrie…che dire proprio come dice nel film ho cambiato città, vita, lavoro, affrontato difficoltà e gioie nuove, ma le persone che amo e che mi mancano ogni giorno sono impresse nel mio cuore!!!!

Via adoro!!!

0 commenti:

CORSO

"Piatti Unici Estivi" ultime serate a Castelfranco Veneto

mercoledì, maggio 26, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments






L’estate sta iniziando e come tutte le scuole anche quella di “Peccati di Gola” sta chiudendo e dalla Dani a Castelfranco Veneto lo sta facendo alla grande con due serate di “Piatti Unici Estivi”.
La prima che si è svolta lunedì scorso tutta dedicata a dei piatti unici a base di pasta, verdure, frittate, dai colori vivaci e dai sapori gustosi.
Insomma l’ideale per l’estate dove diventa difficile stare ai fornelli, ma non si vuole lo stesso rinunciare a mangiare bene….
Inoltre questi piatti sono ideali per delle cene estive in giardino, si possono preparare anche il giorno prima ed il risultato è ancora più gustoso!
Durante la prima lezione il nostro chef è stato Sebastiano Molani “figlio d’arte” bravo e molto simpatico ci ha proposto dei piatti meravigliosi semplici da rifare e belli da guardare…
Così ecco un po’ di foto dei piatti della serata…..la sorpresa è stata il dessert….una vera golosità tanto eccezionale da gustare tanto quanto semplice da realizzare…così semplice che ci è stato “proibito” di svelarne la ricetta….per la serie come dico io “si fa ma non si dice”!!!!
Veramente bravi ed ora aspetto che arrivi lunedì dove a detta del nostro Chef Sebastiano le ricette saranno ancora più buone…..ma sarà anche la prossima volta il nostro insegnante!!! Ma??!! Ci ha lasciato con questo dubbio……vi farò sapere!!!


3 commenti:

PIATTI UNICI

Concorrenza sleale a Mc'Donalds....Insalate di pollo

martedì, maggio 25, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments

Ciao a tutti….e scusate la mia assenza…sono sempre impegnata e a volte diventa difficile trovare un po’ di tempo per aggiornare il mio blog in maniera quotidiana come facevo prima…

Ma grazie a Dio sono finiti i tempi in cui ero sempre forzatamente a casa, ora fra il lavoro e la vita domestica non c’è più tanto tempo…sono entrata nel vortice delle donne impegnate che devono essere lavoratrici, mogli, madri, amanti, amiche…e che a volte non hanno mai un po’ di tempo per loro e per le loro passioni…ma come tutte le donne troviamo sempre la grinta e la determinazione giusta per affrontare le nostre giornate sempre più impegnate!

Dopo questo sfogo da casalinga-lavoratrice disperata, ma innamorata vi do due insalate semplici e gustose. Non so da voi che caldo fa, ma qui in veneto questi giorni sembra ferragosto così visto che con la stagione calda non è molto piacevole stare fra i fornelli e soprattutto c’è per tutte noi la prova costume faccio queste insalate colorate, semplici e saporite….una concorrenza spietata a quelle del Mc’ Donalds con la sola differenza che le mie non sanno di plastica! Ecco lo so ora mi prenderò una denuncia dalla Mc!!!

INSALATA DI POLLO CON SCAGLIE DI GRANA e MANDORLE


Cuocere un petto di pollo tagliato a striscioline in una padella con un filo di olio.

Nel frattempo lavate dell’insalata e della rucola. Condire con dell’olio extravergine di oliva, aceto balsamico, scaglie di mandorle sale e pepe.

Mettere l’insalata in un piatto e appoggiare sopra i pezzi di pollo e cospargere con delle scaglie di grana.




INSALATA DI POLLO CON ASPARAGI E FUNGHI


Passare il pollo tagliato a striscioline nel pangrattato e cuocere in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Lavate dell’insalata e aggiunegere a quest’ultima degli asparagi bianchi precedentemente bolliti, dei funghi e dei cubetti di asiago (io ho usato i champichon nei barattoli quelli in salamoia, ma potete usarli freschi o anche altri tipi di funghi magari più saporiti). Condire il tutto con dell’olio extravergine di oliva e dell’aceto balsamico. Mettere l’insalata in un piatto e appoggiare i pezzi di pollo.


E appena riuscirò....un bel post dedicato alla serata di ieri sera "piatti unici estivi" da Dani a Castelfranco Veneto con un bravissimo Sebastiano Molani....
Buona notte a tutti....

5 commenti:

CORSO

Eleganza e colori...Signore e Signori la Cucina Giapponese!!!

mercoledì, maggio 12, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments





Dimenticatevi dosi ed ingredienti prelibati e sofisticati, tempi di cottura esatti, panna, burro, creme e farine….quella che sto per presentarvi è un’Arte….è l’Arte di saper combinare in maniera equilibrata sapori ed estetica dei piatti, perché qui con eleganza e raffinatezza si rendono importanti anche semplici ingredienti. Di cosa sto parlando? Della cucina Giapponese!!!
Oramai per noi Occidenatali andare al giapponese, mangiare sushi e sashimi è diventato come andare al bar sotto casa ed ordinare un tramezzino ed uno spritz, come dice lo Chef Gianluca Pardini, oggi il sushi si mangia ovunque, tutti si improvvisono grandi esperti, lo si trova confezionato anche nei banchi frigo dei supermercati, ma la cucina Giapponese è molto di più, è disciplina, è rigore nel taglio delle verdure e del pesce, i cibi devono essere disposti nei piatti con eleganza e senza mai dimenticare l’accostamento dei colori. Non a caso in Giappone sono pochi quelli che la domenica si mettono ai fornelli a preparare sushi, insomma per capirci non è proprio facile come cucinare delle lasagne al ragù!!! :)

Così ieri sera per alcune ore sono stata catapultata in un altro mondo, a casa della Dani a Castelfranco Veneto, all’interno dei mini-corsi organizzati dalla scuola di Peccati di Gola ho assistito ad una lezione di cucina Giapponese tenuta dal Maestro Gianluca Pardini, un toscano di quelli che piacciono a me veraci e ironici, grande esperto della cucina giapponese, Maestro di Cucina Executive Chef della Federazione Italiana Cuochi, fondatore di una scuola di cucina a Lucca dove sono passati la maggior parte dei cuochi giapponesi che ora lavorano nei ristoranti di tutto il mondo. Con la sua maestria ed eleganza ci ha presentato dei piatti a dir poco favolosi, come potete vedere dalle foto.






Procuratevi pesce fresco, salmone, pesce spada, tonno, filetti di cernia....aceto di riso, daikon, wasabi, zenzero, ginger, sakè, e iniziate a fare sushi e sashimi, tempura con verdure come zucchine, melanzane, zucca.....
Non è facile spiegare cosa ho imparato, ce ne sono tantissime di cose da scrivere, quello che posso consigliarvi è di fare un corso di cucina giapponese, a me ha stimolato un tale interesse da avere ancora più voglia di conoscere e sapere l'arte di questa cucina...
Intanto per questa sera vi lascio con un pò di belle foto della serata di ieri sera, ma presto tornerò sul tema con qualche cuoriosità di sushi, sashimi e tempura....






Sayonara.............

3 commenti:

PENSIERI

Un sentimento improvviso li unì........

martedì, maggio 11, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments

Sono entrambi convinti
che un sentimento improvviso li unì.
E' bella una tale certezza
ma l'incertezza è più bella.
Non conoscendosi prima, credono
che non sia mai successo nulla fra loro.
Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi
dove da tempo potevano incrociarsi?
Vorrei chiedere loro
se non ricordano -
una volta un faccia a faccia
forse in una porta girevole?
uno "scusi" nella ressa?
un "ha sbagliato numero" nella cornetta?
- ma conosco la risposta.
No, non ricordano.
Li stupirebbe molto sapere
che già da parecchio
il caso stava giocando con loro.
Non ancora del tutto pronto
a mutarsi per loro in destino,
li avvicinava, li allontanava,
gli tagliava la strada
e soffocando un risolino
si scansava con un salto.
Vi furono segni, segnali,
che importa se indecifrabili.
Forse tre anni fa
o il martedì scorso
una fogliolina volò via
da una spalla all'altra?
Qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
Chissà, era forse la palla
tra i cespugli dell'infanzia?
Vi furono maniglie e campanelli
in cui anzitempo
un tocco si posava sopra un tocco.
Valigie accostate nel deposito bagagli.
Una notte, forse, lo stesso sogno,
subito confuso al risveglio.
Ogni inizio infatti
è solo un seguito
e il libro degli eventi
è sempre aperto a metà.


Oggi sono 7 mesi che io e il mio amore viviamo insieme....più di tre anni fa a Dublino le nostre vite si incontrarono un sentimento improvviso ci unì...e quell'incontroè stato solo l'inizio di una meravigliosa pagina della nostra vita......GRAZIE AMORE!!!!

1 commenti:

PRIMI PIATTI

Quando un triste riso alle verdure diventa...Muy Bueno...Paella rivisitata!!!

mercoledì, maggio 05, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments


Non c'è cosa più triste dopo una giornata passata al lavoro che aprire il frigorifero e trovarlo vuoto con solo una zucchina e un peperone che sono rimasti lì reduci da una peperonata....l'unica idea che mi è venuta in mente è stata quella di fare un riso alle verdure, calorie zero e gusto direi anche quello zero :D
Mentre affettavo la cipolla e tagliavo a dadini le verdure....mi sono detta ma sbaglio o ho dei gamberetti nel congelatore? perchè non fare una "paella" alla Romy???
Così ho soffritto la cipolla nell'olio, ho aggiunto il riso e il brodo e fatto cuocere senza mai mescolare.
Nel frattempo ho sbollentato in acqua calda con alcuni grani di pepe i gamberetti sgusciati. Quasi a metà cottura del riso ho aggiunto la zucchina e il peperone rosso tagliati a dadini e 5 minuti prima della fine cottura del riso ho aggiunto i gamberetti ed una bustina di zafferano, aggiustate di sale e pepe e se necessario durante la cottura aggiungete del brodo.
Ed ecco come un semplice riso alle verdure diventa Muy Bueno!!! :)
Naturalmente se voi avete più tempo e meno fame di quella che avevo io alle 20.30 prima di servire il riso potete passarlo al grill (come vorrebbe la vera ricetta della paella)e magari usare del brodo di pesce.
Avete visto?in cucina dobbiamo solo usare la fantasia e giocare con gli ingredienti e dare libero sfogo alla nostra cuoriosità di sapori.....

Ciao Ciao..............

1 commenti:

CORSO,

Aspettando sua maestà l'asparago....

martedì, maggio 04, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments



Questa sera finalmente andrò al mini-corso organizzato dalla scuola "Peccati di Gola" della sede di Castelfranco Veneto oramai ribattezzati i corsi "Dalla Dani" tema della serata "ASPARAGI" e per una come me che aspetta ogni anno con trepidazione la primavera e che addirittura ha la fortuna di essersi trasferita in una delle regioni che vanta una D.O.P. proprio degli asparagi bianchi di Bassano non potevo non andare.....
Così in attesa delle ricette, dei consigli e delle cuorisità che stasera farò, da sommelier vi do qualche suggerimento in merito al vino che mi piace bere con piatti che hanno come protagonista l'asparago: il Sauvignon, vitigno tipico della regione Veneto in particolare della zona Venezia, Treviso, Vicenza e Verona e del Friuli Venezia Giulia.
Dal Colore giallo paglierino piu' o meno intenso con sfumature verdognole.
Profumo inebriante ed intenso, aromatico dal Sapore asciutto, brioso, ma sempre elegante e appagante.
Si abbina benissimo con gli antipasti ed egregiamente con gli asparagi. Ottimo è quello di Livio Felluga perfetta combinazione di qualità / prezzo.

2 commenti:

La Cucina Italiana - Ricetta - MINI QUICHE CON FAVE E POMODORO

La Cucina Italiana - Ricetta - MINI QUICHE CON FAVE E POMODORO

0 commenti:

WEEK-END

Via dai fornelli per un week end di sapori e benessere

lunedì, aprile 26, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments



Ebbene sì da appena 3 gg ho passato i 30….sono a quota 31!!! Di cosa sto parlando? Degli anni che passano anche per me!!! Per il mio compleanno il mio amore non poteva che farmi regalo più gradito, un week-end da soli in una Spa in Trentino, albergo meraviglioso immerso fra le montagne vicino al lago di Anterselva, riposo e pace assoluta, lasciarsi coccolare dalle acque della piascina riscaldata massaggi, bagni caldi, saune……una vera pace dei sensi. Onestante non ero mai andata, ma ora che ho scoperto quanto è bello lasciarsi coccolare credo proprio che sarà un’esperienza che ripeterò altre volte, magari sempre nello stesso hotel dove ci siamo trovati benissimo, proprio come a casa e con la possibilità durante l'anno di usufruire di offerte molto vantaggiose. Questo è il sito dell'hotel Alpenresidenz Anterselva

E dopo una giornata di relax la domenica tornando verso casa siamo andati a fare una paseggiata in provincia di Bz a Brunico e Bressanone. Città famose soprattutto durante il periodo invernale per i mercatini natalzi, ma altrettanto belli di primavera, con le vallate in fiore e con un clima veramente invidiabile.




Dopo aver passeggiato lungo le loro caratteristiche vie abbiamo pranzato in uno dei ristornati più antichi di Bressanone il Fink. Situato proprio in centro sotto i portici, con la possibilità di mangiare anche all’aperto, famoso per i menù di stagione e per i suoi dolci e pastecceria e per un buffet di pane di ogni varietà e fragranza tutto fatta in casa.


Qui abbiamo assaggiato dei piatti squisiti, come ad esempio il filetto di capretto con erbette campagnole, dei ravioli verdi ripieni di ricotta di bufala su letto di asparagi di Terlano e pomodorini e un piatto unico con asparagi Terlano, prosciutto, uova e crema bolzanina.

Il tutto accompagnato da un Terlano Souvignon DOC che si sposa benissimo con gli asparagi un abbinamento cibo-vino-territorio perfetto.



Ora sono di nuovo qui, davanti al mio pc dopo una giornata di lavoro ma di sicuro rigenerata e riposata................
buona notte a tutti..................

5 commenti:

AUGURI

Buon compleanno.....A ME!!!!

venerdì, aprile 23, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments

C'era una volta un giorno normale
che adesso è un giorno speciale
c'era una stella sospesa nel cielo
leggera come un pensiero
e quella stella da allora
brilla soltanto per te...

Buon compleanno bambina
oggi tu sei la regina
regina di nessun re
la più importante che c'è.


Lì nella cesta, i gatti di stoffa
tutti invitati alla festa
e tra i regali, di tutti i colori
chissà chi ha mandato quei fiori
e tu soltanto lo sai, ma è un segreto
e non lo dirai...

Buon compleanno bambina
oggi tu sei la regina
regina di nessun re
la più importante che c'è
...e tu regina
più bella che mai
per me sarai sempre bambina
anche se hai, se hai un
anno di più... Buon
compleanno bambina...
Oh Happy Birthday to you!


Oggi divento più vecchia.....auguri alla "bambina" che c'è in me!!!!

5 commenti:

SECONDI DI CARNE

Petto di pollo con olive taggiasche capperi e erbette aromatiche di Dani....

mercoledì, aprile 21, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments




Chi di voi non ha un pollo???Non intendo in giardino ma il classico petto di pollo in congelatore pronto ad essere usato quando si vuole fare qualcosa di veloce e leggero??!!
Ecco la ricetta che vi darò ha come protagonista il petto di pollo e pur essendo veloce da preparare è anche molto gustosa...come sempre "leggera e gustosa"!!!

PETTO DI POLLO CON OLIVE TAGGIASCHE CAPPERI E ERBETTE AROMATICHE DI DANI

Ingredienti:

-PETTO DI POLLO INTERO
- 1 SCALOGNO
- 1/2 SEDANO
- CAPPERI
- OLIVE TAGGIASCHE
- VINO BIANCO
- ERBE AROMATICHE VARIE

Tagliare finemente scalogno e sedano e cuocere in padella con poca acqua.
Aggiungere poi il pollo tagliato a pezzi piccoli e infarinato. Sfumare con del vino bianco e lasciare cuocere lentamente aggiungendo se necessario un pò di acqua calda.
Io di solito non faccio mai soffritti con olio o burro, ma aggiungo a fine cottura dell' olio, voi usate la vostra tecnica, però vi dirò che se avete a casa un olio extravergine di oliva BUONO se lo mettete alla fine della cottura il sapore è ottimo!!!
A metà cottura aggiungete sale e pepe q.b. regolatevi perchè le olive e i capperi sono salate.
Quasi a fine cottura aggiungere i capperi e le olive taggiasche, un pò di olio e lasciate cuocere per altri 5 minuti.
Aggiungere poi delle erbe aromatiche a vostra scelta, rosmarino, alloro, menta....io avevo le erbette aromatiche provenzali della mia amica Dani, che dire semplicemente meravigliose!!! Grazie Dani!!!
Potete fare anche la versione rossa, aggiungendo un pò di pomodori concassè ovvero prendete dei pomodori rossi maturi fate una croce e metteteli in acqua bollente per qualche minuto. Spellateli e privateli dei semi tagliateli a cubetti e aggiungeteli al pollo lasciando insaporire per qualche minuto.

Buon appetito!!!!

5 commenti:

UOVA

Signore e Signori sua Maestà....L'Asparago

lunedì, aprile 19, 2010 Romina Sannipoli 4 Comments


E' primavera, siamo in aprile e da più di 6 mesi vivo nella sua regione, li adoro, sono buoni, gustosi, leggeri ottimi per la nostra salute si adattano ad ogni ricetta dai primi ai secondi, come antipasti o per torte salate, non possiamo non amarli proprio come amo quel bravo uomo del mio compagno (poi vi spiego il perchè)sto parlando di sua Maestà l'asparago. Come la maggior parte di voi saprà ce ne sono di due tipi quelli bianchi i più famosi sono quelli di Bassano del Grappa, a pochi km da casa mia e quelli verdi.
Questa sera ho usato quelli verdi e li ho cucinati nella maniera più classica ovvero con le uova cotte al tegamino (occhio di bue), ma con un ingrediente in più ovvero dello speck croccante e scaglie di pecorino umbro stagionato ed ecco quindi: Asparagi e uova con speck e croccante e pecorino.

La ricetta è semplice basta cuocere per circa 12-15 minuti gli asparagi nel classico modo oramai conosciuto a tutti o quasi ovvero legate a mazzetto gli asparagi metterli in una pentola alta e stretta e lasciare le punte fuori così che si cuociano solo con il vapore(in commercio esistono pentole apposta per la cottura degli asparagi e credo proprio che sarà il mio autoregalo di compleanno!)
Nel frattempo mettete un filo di olio in una padella antiaderente e soffrigete fino a renderlo croccante lo speck tagliato a listarelle. Nella stessa padella cuocere le uova al tegamino, che purtroppo non mi sono venute perfette la padella era piccola e le uova si sono unite fra di loro, ma pazienza del resto mi hanno detto che cuocere un uovo al tegamino perfetto è prova di esame per i cuochi....vorrà pur dire qualcosa questo!!!:)
Sistemate gli asparagi sul piatto con un filo di olio, mettete sopra le uova e adagiate le stiscioline di speck croccante e qualche scaglia di pecorino...che dire semplicemente sublime!
A proposito del mio amore e del perchè lo amo così tanto, non penso sia facile trovare un uomo che torna a casa dal lavoro stanco e aspetta con pazienza che finisca di impiattare i piatti e di fare le foto senza lamentarsi, ma anzi aiutandomi affinchè la realizzazione sia più carina possibile.......
...e naturalmente il piatto migliore, quello che posto nel blog....lo mangio io!!!
Questa è la conferma, ma penso che lo avevate capito che il mio blog è veramente made in home o meglio made in kitchen!!! :)

buona notte a tutti.....dalla vostra Romy "Chef"

4 commenti:

ANTIPASTI

Involtini di speck e robiola su letto di misticanza..."Leggero e Gustoso"

giovedì, aprile 15, 2010 Romina Sannipoli 4 Comments


E' primavera, iniziano i primi soli e la voglia di mangiare leggero ma gustoso. E così domenica come antipasto alla pasta di asparagi che vi ho già presentato ho deciso di fare questo involtino.

In cucina non si butta via nulla e così dalla sera precedente rimanevano dello speck e della robiola, perchè ebbene si anche i grandi "chef" la sera quando tornano dal lavoro, se sono particolarmente stanchi, si fanno il classico misto di salumi con fornaggi e insalatina. Così aprendo il frigo ho preso delle fette di speck e della robiolae ho fatto questi INVOLTINI DI SPECK E ROBIOLA SU LETTO DI MISTICANZA.

Basta spalmare un pò di robiola sulle fette di speck e avvolgere il tutto formando un involtino. Preparare una misticanza di insalata con del mais, ravanelli, potete aggiungere anche dei funghi champion freschi tagliati a fettine sottili, condire con dell'olio e dell'aceto balsamico o di vino a vostra scelta.

Leggero e Gustoso!!!

Credo che dopo il tanto famoso "Cotto e mangiato" della Parodi io inventerò il mio "Leggero e Gustoso"!!!...ma il mio avrà successo anche senza rima??!! :D

Buon week-end!!

4 commenti:

PENSIERI

Un caro saluto al signore dello Humour....

giovedì, aprile 15, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments



Oggi nessuna ricetta, ma un saluto al grande Raimondo Vianello...signore della tv, del teatro e dello humour, uomo intelligente e capace che ha accompagnato le nostre giornate davanti alla tv, da ragazzina ho riso con "Casa Vianello e rivedendo i suoi indimenticabili sketch con Tognazzi....un affettuoso saluto a lui e alla sua compagna di vita Sandra....
Ciao Raimondo!!!

3 commenti:

MONDO WEB

Ospitate.....nel web

mercoledì, aprile 14, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments

La rete web è tanto lontana quanto vicina, persone accumunate da una stessa passione si incontrano senza conoscersi personalmente e si scambiano pensieri, parole, emozioni e nel caso di noi "foodblogger" perchè è così che ci chiamano ci scambiamo ricette, informazioni novità nel mondo della cucina.

In questa settimana mi è capitato di vedermi comparire in due siti e così qui sotto li riporto:



Il primo è Parliamo di vino dove nella categoria "un tuo post nel blog" Enrico ci offre l'oppurtunità di scrivere un articolo in cui ci raccontiamo e parliamo del nostro rapporto con il cibo, il vino e il blog....



L'altro scoperto per caso è blogallovertheworld dove hanno pubblicato con vero piacere il mio post sulla scuola di cucina peccati di gola a Castelfranco Veneto che da quando mi sono trasferita ho iniziato a frequentare!
Piccole soddisfazioni che mi fanno troppo piacere!!!

Inoltre grazie ad un blog conosciuto da poco sono venuta a conoscenza di un aggregatore di blog gratuito molto interessante che si chiama Ricette 2.0 che vi consiglio di andare a visitare sono presenti anche in Twitter e Facebook. Usando la casella ricerca e inserendo ad esempio il nome degli ingredienti che vorreste utilizzare per il vostro piatto riuiscirete a trovare tutte le ricette che trovate nei blog più interessanti della rete :) Ottimo modo per condividere le proprie passioni!!!


Buona giornata a tutti!!!




2 commenti:

PRIMI PIATTI

Pasta all'uovo con crema di asparagi con Sorpresa...

mercoledì, aprile 14, 2010 Romina Sannipoli 7 Comments


Finalmente stanno arrivando….e prevedo che vi tempesterò di tante ricettine….di cosa sto paralando? Degli asparagi!!! Buoni da mangiare e ottimi per la nostra salute. Ideali per antipasti, primi e contorni, eccezionali per il risotto e con le uova.

Oggi vi do una ricetta relaizzata per il pranzo della domenica “inventata” da me PASTA ALL’UOVO IN CREMA DI ASPARAGI CON SORPRESA

INGREDIENTI:

-Asparagi

-Scalogno

-1 bustina di zafferano (la sorpresa!!!)

-sale e pepe

-olio extravergine di oliva

Mondate gli asparagi e tagliateli a pezzetti piccoli e mettete da parte le punte.

Tritate finemente uno scalogno e fatelo cuocere insieme agli asparagi in una padella con un po’ d’ acqua. Cuocete per 10 minuti circa e se necesasrio aggiungete altra acqua. Aggiungere poi le punte e cuocere per altri 5 minuti, unire sale e pepe.

Una volta terminata la cottura mettere da una parte le punta di asparagi e passare al minipimer il resto degli asparagi aggiungendo un po’ di olio.

Nel frattempo cuocere la pasta e aggiungere nell’acqua di cottura una bustina di zafferano. Salare l’acqua con moderazione in quanto lo zafferano è abbastanza sapido.

Rimettete la crema di asparagi in padella, aggiungere la pasta e mantecare aggiungendo dell’olio e le punte d’ asparago.

Qualche consiglio: lo zafferano serve a dare un sapore deciso al piatto, ma mettendolo in acqua non copre il sapore degli asparagi e inoltre se usate una pasta secca serve anche a dargli colore. L’utilizzo invece della pasta all’uovo corta la preferisco per questa ricetta perché si lega molto bene con i sughi a base di verdura e il fatto di passare al minipimer i gambi degli asparagi da un effetto molto sapotito e gustoso, ma allo stesso tempo sano senza utilizzare grassi aggiunti come panne da cucina.

Provateli e se vi piace aggiungete una generosa spolverata di parmigiano e buon appetito!!!

7 commenti:

ANTIPASTI,

Sfiziose ma leggere: Barchette di insalata belga con mousse leggera di tonno

mercoledì, aprile 07, 2010 Romina Sannipoli 9 Comments


Una delle cose che mi piace di più cucinare sono gli antipasti e aperitivi, quando riesco a cena preparo sempre qualche cosa di sfizioso ma sempre leggero!

Il venerdì cucino quasi sempre del pesce e una sera sfogliando la mia rivista di cucina preferita a cui mi sono da poco abbonata ho trovato una ricetta con l’insalata belga. Il bello di questa rivista, conosciutissima “La cucina italiana” sono le foto, sempre molto invitanti, a volte dalla foto prendo spunto per le mie di ricette, perché si da vera “chef” molto spesso rivisito le ricette proposte anche perché non so voi ma quando vado a leggere la ricetta da fare mi manca sempre qualche ingrediente!!!

Così prendendo spunto da queste barchette le ho riproposte con quello che avevo in frigo ed ecco le mie BARCHETTE DI INSALATA BELGA CON MOUSSE LEGGERA DI TONNO.

Per essere precisa prendo in prestito il termine mousse, ma in realtà la mia è molto più leggera perché non c’è panna, non c’è uovo, ma solo del tonno in scatola (magari di qualità), capperi, cipollini in agrodolce, formaggio cremoso tipo robiola e naturalnente dell’insalata belga. Tempo di realizzazione 5 minuti per una bontà da leccarsi le dita…o almeno è quello che ho fatto io mentre la preparavo :D

Lavare le foglie di belga e asciugarle. Passare al mixer il tonno, qualche cucchiaio di capperi e una decina di cipolline agrodolce e un filo di olio extravergine di oliva. Se volete potete aggiungere della robiola così da legare bene il tutto. Farcire le barchette, mettere in frigo e servire per un antipasto, un buffet o un aperitivo. Vi assicuro che nonostante non ci siano ingredienti come maionese, uova, burro o panna il risultato è sorprendente!

E da bere per accompaganre poi tutta una cena a base di pesce…un buon Franciacorta Brut Millesimato Ca’ del Bosco…che ci sta sempre bene!!! Per un po’ di cultura enologica si parla di Millesimato quando la sua cuvè (insieme di vitigni utilizzati) proviene dalla stessa annata, solitamente l’annata si trova in etichetta.

Buon appetito e Buon Franciacorta!!!

9 commenti:

PENSIERI

....In ritardo...Buona Pasqua

lunedì, aprile 05, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Ciao a tutti miei cari amici amanti della buona cucina e del buon vino....in ritardo di un giorno tanti cari auguri di Buona Pasqua


"Celebriamo dunque la festa non con il lievito vecchio, né con lievito di malizia e di perversità, ma con àzzimi di sincerità e di verità"

S. Paolo Apostolo ai Colossesi

0 commenti:

CONTORNI

Zucchine ripiene della Mamma....

lunedì, marzo 29, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments

Ciao a tutti!!!

Passato un bel week-end? Io sabato e domenica mi sono svegliata con uno splendido sole primaverile. Sabato consuete pulizie settimali visto che oramai lavorando tempo per pulire e spolverare alla sera è ben poco, quindi aiutata dal mio compagno –casalingo via di aspirapolvere, mocio, pulizie varie….

Poi nel pomeriggio ci siamo dati al giardinaggio, per rendere un po’ più accogliente e primaverile la nostra casetta abbiamo piantato in un bel vaso delle piantine fiorite profumate e colorate. Visto che non abbiamo nessuno dei due il pollice verde (la mia ultima pianta è durata 8 ore!!!) ci sentiamo responsabili dalla loro vita e così controlliamo ogni attimo le loro condizioni, lo stato del terriccio….si accettano scommesse su quanto dureranno!!! :D

Ma parliamo di cucina ho una ricettina buonissima che viene direttamente dal ricettario della mia cara Mamma: ZUCCHINE RIPIENE

Sabato al supermercato ho trovato queste zuchine tonde e così mi si sono accesi i ricordi di quando la mamma preparava le verdure ripiene, peperoni, pomodori e zucchine, a casa c’èra sempre una grande festa, almeno per me e i miei genitori invece mia sorella, che non ha mai amato la carne, metteva il muso fino a quando la mamma tirava fuori per lei le verdure ripiene….non di carne ma di pane e allora le tornava il sorriso! :D

ZUCCHINE RIPIENE DI CARNE

INGREDIENTI

- Zucchine (le migliori sarebbero quelle tonde)

- Carne macinata mista (io ho fatto però solo con pollo e manzo perché poi ho aggiunto una salsiccia)

- A scelta salsiccia, prosciutto crudo o cotto, salame, pancetta a dadini

- Pane raffermo

- Uovo (dipende dalla quantità di carne usata)

- Qualche cucchiaio di grana grattugiato

- Pan grattato

- Prezzemolo

- Sale e pepe

- Un po’ di latte

Fate cuocere in acqua bollente per circa 10 minuti (dipende se vi piaciono più o meno cotte) le zucchine, nel frattempo bagnate qualche fetta di pane raffermo con del latte e aggiungete il macinato, la salsiccia o i dadini di salumi a vostra scelta, l’uovo, il formaggio grattugiato, il prezzemolo, sale e pepe. Amalgamate e se vedete che è troppo liquido aggiungete un po’ di pan grattato.

Tirate fuori dall’acqua le zucchine lasciatele raffreddare, tagliate poi il “cappellino” e tenetelo da parte e poi togliete la polpa. Aggiustate di sale e un po’ di olio, poi farcitele con il ripendo di carne. Mettete in forno a 180° C per ½ ora circa. Quasi a fine cottura potete aggoingere delle fette di formaggio (tipo sottilette o scamorza). Srervite calde mettendo sopra il loro cappellino!

E’ un ottimo piatto unico magari da accompaganre con un insalatina mista o delle patate al forno.


p.s non riesco a caricare proprio le foto....intanto pubblico la ricetta!!!! :)

1 commenti:

SECONDI DI CARNE

senape o mostarda? questo è il problema!!!

sabato, marzo 27, 2010 Romina Sannipoli 1 Comments


Come avrete letto dalle mie pagine…perché ogni tanto venite a leggere nel mio blog vero?! Mi sono trasferita da qualche mese in Veneto, ma spesso e non è mai abbastanza torno in Umbria per il fine settimana ad abbracciare i mie cari e il mio nipotino di 18 mesi detto ….IL NIPO….e spesso mi tocca cucinare!!! Con questa cosa poi del corso mi mettono alla prova, una sorta di interrogazione!!! :D

Lo scorso fine settimana ho preparato ben due piatti di carne, la sera degli involtini di vitello alla panna, la foto che vedete li raffigura…. e per il pranzo della domenica un arrosto di vitello.

Non posso darvi le ricette perché come vi ho sempre detto per scoprirle dovete andare al corso :D ma posso darvi un “consiglio-suggerimento”:

per insaporire la carne soprattutto di vitello usate della senape, ma mi raccomando non quella più conosciuta che usano nei fast-food, ma quella in barattolo, una vera crema di senape, in commercio ne trovate diverse, una molto buona ha una marca francese!!!Ebbene si se si parla di senape si parla di Francia precisamente della zona della Borgogna (Prima o poi dovrò andare, fra vini e cibo di sicuro impazzirò!!)infatti qui è molto usata pensate che è apparsa già nel XIII secolo e viene chiamata “mostarda” in francese moutarde con il significato di mosto che arde, in Itaia invece non confondiamoci con il termine mostarda perché questa salsa è fatta con una base di frutta candida e una percentuale di semi di senape. Molto conosciute sono le mostarde di Mantova e di Cremona.

Comunque tornando alla nostra carne, usate la senape in cucina per dare maggiore sapore, ad esempio passatela con le mani sopra l’arrosto, oppure come farcia per degli involtini di vitello o pollo, oppure come marinatura per degli stracceti di carne.

Visto che ne esistono molte in commercio, dolci, piccanti, con i semi, senza….assagiatene sempre un po’ per regolarvi poi con il sale e il pepe.

Buona sabato a tutti e magari in questo week-end fra stirare, pulire, votare, fare del giardinaggio, passeggiare, riesco anche a pubblicare una ricetta!!!! :D

1 commenti:

CREME E VELLUTATE

Crema di zucca, patate e porro con crostini di formaggio

mercoledì, marzo 24, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments



Sarà che sono umbra e sono un piatto tipico della mia regione (credo che non riuscirò mai a dire ex regione!!!) sarà che questo inverno sembra proprio non voler finire, ma alla sera quando torno a casa dal lavoro per cena molto spesso cucino delle creme, delle vellutate o delle zuppe e devo dire che sono sempre buonissime, poche calorie e tanta bontà e salute!!!

Ieri sera visto che avevo in frigo della zucca ho preparato questa CREMA DI ZUCCA, PATATE E PORRO CON CROSTINI DI FORMAGGIO

INGREDIENTI

- 1 porro

- Zucca gialla già decorticata a pezzi (circa 300 gr)

- 4/5 patate

- 1 cipolla rossa

- Prezzemolo

- Pane in cassetta

- Olio extravergine di oliva

- Grana grattugiato

- Sale e pepe q.b. (quanto basta)

Fare un soffritto con del porro e della cipolla tritati, nel frattempo tagliare a cubetti la zucca e le patate, mettere le verdure nella padella e coprire con dell’acqua. Portare ad ebolizione e lasciare cuocere per 30/40 minuti.Aggiustare di sale e pepe.

Una volta cotta passare le verdure con il minipimer (my best friends!!!) fino a renderla una crema densa e omogenea. Se vedete che risulta essere troppo liquida allora fate a parte un po’ di roux ovvero mettete in un pentolino farina e burro, mescolare con una frusta e aggiungere sempre mescolanda alla crema.

Tagliate a cubetti il pane in cassetta, spennellate con del burro o olio extravergine di oliva e mettete in forno a gratinare, quando risulteranno dorati tirare fuori e mettere i cubetti in un contenitore ermetico con qualche cucchiaio di grana grattugiato e mescolare il tutto.
Impiattare la crema ben calda, spolverare con un po’ di pepe e prezzemolo tritato e aggiungere i crostini di pane, un filo di olio extravergine di oliva……e come sempre….Buon appetito!

La crema può essere anche congelata, la tirate fuori dal congelatore la mattina e alla sera riscaldate il tutto,potete aggiunegere, per dare un sapore diverso, dell'olio aromatizzato con rosmarino e aglio e mangerete ancora un ottimo piatto!!! :D

0 commenti:

CORSO

Lezione di Pesce…E non finisce mica qui….

martedì, marzo 16, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Ieri sera ultimo giorno di scuola!!!! non sono tornata indietro nel tempo, non so magari alle elementari, il mio ultimo giorno di scuola è riferito al corso base di cucina di cui vi ho parlato, quello organizzato a Castelfranco Veneto dalla scuola Peccati di Gola

Queste 7 lezioni sono volate, è stata un’esperienza bellissima che vi consiglio di fare!!! Voi bravissime foodblogger, amanti della buona cucina e della convivialità avete tutte le caratteristiche per partecipare a questi corsi…Si impara tantissimo, si cucina, si ride, si scherza e si assaggia!!!

Ieri l’ultima lezione è stata sicuramente una delle più interessanti soprattutto per chi come me ama mangiare il pesce, ma non è una grande esperta a cucinarlo!

E’ tutta questione di abitudine, nella mia famiglia il pesce si è sempre mangiato almeno 1 volta a settimana, ma proprio perché anche la mia mamma non è mai stata una grande maestra del pesce ho sempre mangiato piatti base: filetti di cernia, trote, orate al forno, seppie in umido e naturalmente tutto veniva fatto pulire dalla pescheria di fiducia.

Ma al corso di cucina voi pensate che Daniela e Lucrezia siano arrivate con il pesce già tutto bello pulito!!!??? La risposta naturalemente è: nooooooooooo!!!

Fra gli occhi sgranati e incerti di tutte noi ci hanno insegnato a pulire il pesce, a togliere le pinne, le interiora, a squamarlo….chi ha pulito i gamberi, chi i branzini, chi le gallinelle e chi come a me e la mia compagna sono toccate le Cozze!!!

Un consiglio per la pulizia delle cozze: pulire solo le cozze chiuse e sigellate, le altre aperte non sono buone significa che il mollusco all’intermo è morto, raschiarle con una paglietta da cucina o un coltellino, togliere il filamento che è attaccato alle estremità della cozza (se nn vengono utilizzate subito il filamento non va tolto perché è quello che fa rimanere vive le cozze è il legame della cozza con il suo scoglio una specie di cordone ombelicale) lavarle con dell’acqua e se nn vengono cucinate subito metterle in frigo avvolte in un canovaccio umido o lasciatele in acqua.

Ieri sera abbiamo fatto molte ricette e c’è stata veramente una bella collaborazione fra tutte noi e alla fine i risultati sono stati sorprendenti sia al palato e come potete vedere dalle foto anche alla vista!!!


TAGLIOLINI RIALTO




SARDINE IN CARROZZA








CALAMARI RIPIENI DI RICOTTA CON SALSA ALLO ZAFFERANO





SPUMONE DI ZABAIONE CON I FAMOSI BISCOTTI DI DANIELA






Tutti questi piatti di pesce sono stati naturalmente accompagnati da dell'ottimo Prosecco di Valdobbiadene "San Gregorio" gentilmente offerto dalla giovane impreditrice-lavoratrice Lucia!!! :)



Un pensiero voglio dedicarlo a Daniela che durante le lezioni ci ha viziato con i suoi gustosi intervalli dove ogni volta ha deliziato i nostri palati con qualche prelibatezza: pomodori secchi con olive rivierasche, bruschette con braciole di cavallo pugliesi, insalata di patate piccanti, radicchio variegato di Castelfranco Veneto e per finire ieri sera un tortino di riso di carciofi con cagliata fresca su letto di salsa pomodoro a freddo.




Per incorniciare questa esperienza una bella foto di gruppo, come potete vedere il sorriso è stato l'ingrediente principale di queste serate!!!Un saluto particolare ad una assente giustificata la nostra compagna Elena che è diventata mamma!!!



Un abbraccio a tutte/i miei compagne/i del Corso base di cucina....e non finisce mica qui...io mi sono già iscritta al corso di pesce, 4 lezioni che si terranno a maggio...un'altra avventura sta per iniziare :)

0 commenti:

SECONDI DI PESCE

Scusate il ritardo...Tonno alla piastra marinato al limone

sabato, marzo 13, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments


Finalmente eccomi qui....scusate il ritardo!!!
E' una settimana che non scrivo, ma sono accadute molte cose prima fra tutte, la più importante ho trovato un lavoro e quindi ora non sono più una casalinga disperata ma sono tornata ad essere impiegata!!!!la mia nuova condizione di lavoratrice-casalinga disperata mi piace molto!!! E'vero non si ha più tanto tempo da dedicare a se stessi, alle proprie passioni, ma del resto questa è la vera quotidianità: alzarsi la mattina, fare colazione con il proprio amore, sistemare velocemente la casa, andare al lavoro, pranzare con i colleghi, tornare la sera, preparare la cena, chiaccherare con il proprio compagno, guardare un pò di tv, fare una passeggiata, sdraiarsi sul divano...piccole cose di cui spesso ci si lamenta, ma che vi assicuro invece sono vitali quando hai provato che cosa significhi non lavorare e rimanere a casa forzatamente...perchè è proprio vero il lavoro nobilita l'uomo e per una donna insieme all'amore della sua famiglia è un giusto completamento!!!
Ieri era venerdì e così ho deciso di cucinare il pesce, voglio darvi una ricetta velocissima adatta per tutte le donne che ritornano a casa tardi proprio come me, considerate che passerete più tempo in pescheria che ai fornelli!!
Il passaggio in pescheria è d'obbligo perchè elemento fondamentale di questa semplice ricetta è che il pesce deve essere fresco!!!!

TONNO ALLA PIASTRA MARINATO AL LIMONE

Prendete del tonno tagliato a fette più o meno spesse un dito (deve essere fresco) lavatelo sotto l'acqua e lasciatelo scolare. Mettete in una ciotola dell'olio extravergine di oliva, 1/2 limone spremuto, 1/2 scalogno tritato, prezzemolo e fate marinare il tonno per 10/15 mimuti.
Passato tale tempo togliete tutta la marinatura dal tonno e cuocetelo 5 minuti per parte su una teglia antiaderente (meglio se avete una piastra) aggiustare di sale e pepe e servite caldo.
Se volete potete anche non marinarlo, ma cuocerlo direttamente sulla padella e servire poi con dell'olio extravergine di oliva e un pò di sale.
E' veramente un piatto meraviglioso, ottimo ed immediato.

Buon week-end a tutti!!!

2 commenti:

CORSO

Un "peccato di gola" che diventa un corso....

giovedì, marzo 04, 2010 Romina Sannipoli 5 Comments

In molti miei post ho scritto del fatto che avevo iniziato un corso di cucina, in un momento della mia vita in cui ero completamente libera da impegni professionali mi sono dedicata completamente alla mia vera e grande passione: CUCINARE!!! non c'è niente di più bello che prendere degli ingredienti, lavorarli, cucinarli, impiattarli e ...mangiarli, ma soprattutto vedere le espressioni dei miei cari e dei miei amici nel gustare i miei piatti!!! Il più critico di tutti è sicuramente il mio amore, se catturi il suo palato allora è fatta e quella ricetta viene messa nel mio blog!! :D
Così oggi finalmente dopo una giornata passata a pulire casa e dal parrucchiere per un bel taglio ai miei capelli eccomi qui davanti al mio pc a scrivere di quello che più di un mese fa ha reso la mia vita molto più stimolante: il corso di cucina!!!
Siamo purtroppo arrivati alla fine, fra due lunedì ci sarà l'ultima lezione quella più interessante ovvero il pesce, ma la scuola organizza durante l'anno molti corsi e minicorsi anche tematici, ne ho già visti di interessanti, nell'ordine vorrei fare corso di pesce, pasticceria, ma per ora aspetto con trepidazione una serata dove il protagonista sarà il sushi!!!

La scuola dove vado si chiama PECCATI DI GOLA c'è in varie città d'Italia io vado a quella di Castelfranco veneto, dove una strepitosa Daniela apre le porte della sua cucina per delle lezioni e delle serate indimenticabili.
Il gruppo è variegato, donne e uomini di ogni età alcuni sono già dei grandi cuochi, altri sgranano gli occhi stupiti quando sentono parlare di deglassare o lardellare.....:) altri sono single e per sopravvivenza vogliono imparare a cucinare, altri sono semplicemente incuriositi, tutti però siamo lì accumunati da una grande voglia di imparare, conoscere e divertire. Vi assicuro miei cari che cucinare è proprio un ottimo antidepressivo e antistress!!!
Daniela e l'insegnate Lucrezia ci inseganno ogni sera tante ricette e tanti trucchetti e alla fine della lezioni tutti a tavola per assaggiare ciò che si è cucinato!!!

Oggi pubblico alcune foto di ricette fatte durante le lezioni di carne. Le ricette non posso certo darvele dovete andare al corso e scoprirle voi stessi!! :)
Posso darvi però qualche informazioni riguardo ad esempio agli arrosti di carne. Sapevate che per dare più sapore all'arrosto esistono delle tecniche denominate:

- lardellare:consiste nell'infilare un pezzo di pancetta tagliata circa 3cm di spessore e lunga circa 20 cm in un ago da lardello, chi di voi non ne ha uno in casa??!!! :D e passarlo con un colpo deciso da un lato all'altro dell'arrosto facendo cura di non prendere i nervi della carne altrimenti vi assicuro che dovrete fare come noi durante la lezione, ovvero chiedere aiuto agli unici 2 ometti del corso!!!
- bardare:sicuramente molto più semplice della prima e consiste nel appoggiare delle fette di pancetta sopra l'arrosto.
- steccare: consiste nel fare un foro nella carne e mettere rosmarino, salvia, aglio.



Ecco il risultato di questo ARROSTO DI MANZO IN SALSA DI CIPOLLE



P.S scusate per le foto ma il mio cellulare non è molto tecnologico!!!

L'ultima volta invece la lezione era sempre sulla carne ma questa volta i protagonisti erano gli animali da cortile, io non sono riuscita ad andare, ma Daniela ha fatto un gran bel reportage di foto e quindi ecco qua per il piacere dei vostri occhi e sicuramente quello dei palati dei miei compagni di corso alcune ricette:


POLPETTONE DI TACCHINO FARCITO




CONIGLIO ALLA CAMPAGNOLA CON FUNGHI E PATATE



E Dulcis in fundu in ogni lezione si prepara sempre un dolce ecco qua due dolci bellissimi il primo panna cotta nello stampo a rosa con la marmalade di arance amare di Daniela che ogni volta ci vizia con qualche sua prelibatezza proveniente da ogni parte del mondo, il secondo invece è una buonissima crostata alla frutta, tanti complimenti alle decoratrici!!! :)





Belle vere quesste ricette vi ho un pò invogliato a fare questi corsi??!! andate nel sito web della scuola avete solo l'imbarazzo della scelta...buona serata a tutte/i!!! :)

5 commenti: