Indice Ricette

giovedì 27 settembre 2012

E che la sagra della zucca abbia inizio

E' arrivato l'autunno con i suoi colori, con i suoi primi freddi, con il cielo grigio e la pioggerellina ( si lo so in alcune zone d'Italia ci sono ancora 30°, ma qui al Nord l'estate ci sta lasciando) e allora ecco che iniziano ad arrivare sui banchi della frutta dei magnifici prodotti della nostra terra come i funghi e poi lei...la Regina, la mia preferita la Zucca!
Una delle cose positive del vivere in Veneto? E' l'estrema facilità in cui la si può trovare e quindi via libera alla mia fantasia.
Complice anche una delle mie riviste preferite "La Cucina del Corriere", che le dedica un articolo, ieri sera per cena ho cucinato la prima crema di zucca della stagione (credetemi ne seguiranno altre!) e dopo averla fatta tante volte con le mazzancolle questa volta l'ho preparata con le capesante.



Romy Chef's Blog

Ecco quindi la ricettina estremamente semplice, ma davvero gustosa

CREMA DI ZUCCA AL CURRY CON CAPESANTE

Ingredienti:

- zucca gialla
- scalogni e cipolla rossa
- 1 patata
- prezzemolo
- curry
- capesante
- olio evo
- sale e pepe

Mettete in una pentola la zucca (la mia era già a pezzi decorticata) e la patata tagliate a pezzi con 2/3 scalogni e metà cipolla rossa. Aggiunegere dell'acqua calda e del curry, aggiustare di sale e lasciare cuocere. (Potete fare anche il soffritto, io preferisco non farlo e aggiungere l'olio evo a fine cottura prima di passarla al minipimer)
Una volta cotta passarla al minipimer ed ottenere una crema liscia e vellutata.
A parte prendete una padella e mettete un filo di olio evo e fate cuocere a fiamma alta 1 minuto per parte le capesante (io ho preso quelle congelate ma per questo tipo di preparazione vanno benissimo, l'importante che le lasciate scongelare in frigo)
Impiattare con un filo di olio evo, prezzemolo e del pepe macinato.
E' una vera goduria, la dolcezza della zucca e della capasanta a contrasto con lo speziato del curry, come dice il mio maritino altro che mangiare al ristorante e poi si risparmia pure, il solito "braccino corto"!!! :) Il tutto accompagnato da un buon vino bianco del Trentino: un Müller Thurgau
 


Romy Chef's Blog


Romy Chef's Blog
Buona settimana a tutti!

Con questa ricetta partecipo al Contest Le maghe delle Spezie di Monica dell' Emporio 21



In collaborzione con Il Mercato del Gusto


mercoledì 26 settembre 2012

Ho negli occhi la magia...

Oggi non ho ricette da postare, ieri sera sono rientrata tardi a casa e quindi alla faccia della dieta ci siamo presi una pizza, ma la mia era alle verdure grigliate, che brava che sono stata!
Ma in questi giorni c'è una magia nei miei occhi e nel mio cuore che mi va di raccontarvi e quella magia è New York. Solo tre mesi fa ero a Manahattan, il viaggio più bello della mia vita, 10 giorni intensi con il mio maritino, una sensazione di libertà inspiegabile, alzarsi presto la mattina , segnare sulla mappa della città i luoghi da visitare e scoprire che un giorno non ti bastava e allo stesso tempo non finiva mai...

New York è la città che non dorme mai
New York è un cielo coperto dai grattaceli
New York è un parco che non ti aspetti in mezzo ai grattacieli
New York è un passante che si ferma e con parole gentili ti da il benvenuto nella sua New York e ti indica dove andare
New York è tendenza
New York è passeggiare per Central Park
New York è assaggiare i Muffins, gli Hot dog, gli Hamburger più buoni
New York è emozionarsi a teatro guardando Mamma Mia!
New York è uscire da Tiffany con gli occhi che brillano come una bambina
New York è rimanere con il naso all'insù e la bocca aperta davanti ai pannelli pubblicitari di  Time Square
New York è salire sull' Empire state building all'una di notte e capire davvero di essere un puntino nella Grande Mela
New York è uscire da Antropology e aver comprato dei vestiti bellissimi
New York è andare al Moma, al Met, e vedere dal vivo gli artisti che amo
New York è mangiare in un solo giorno messicano, indiano, giapponese...
New York è attraversare il ponte di Brooklyn in libertà
New York è ordinare una pizza take away big size da mangiare sul divano con davanti Manhattan
New York è fermarsi in un caffè, bere un caffè lunghissimo e con la connessione wi-fi gratis parlare con l'Italia
New York  è sedersi sulla promenade di Brooklyn e ammirare una strepitosa Manhattan
New York è passeggiare per la città e domandarsi quando ritorneremo di nuovo perchè New York è amore, passione, libertà, novità, sapori, è davvero tutta da VIVERE e RIVIVERE!!!

Romy Chef's Blog












martedì 25 settembre 2012

Attivato il programma "Sportware":è ufficiale ho iniziato a fare sport

Ieri sera per la prima volta in tre anni ho scoperto che la mia lavatrice ha il programma "Sportware" e chi lo aveva mai notato? Io sono conosciuta per essere una vera pigra, ho iniziato mille sport e non ne ho mai portato a termine uno, alle superiori ero famosa per nascondermi dietro le colonne della palestra così da saltare i giri di corsa e per essere indisposta 3 volte al mese così da saltare la lezione, tanto da far preoccupare quel santo dell'insegnante che un giorno mi ha preso in disparte dicendomi che forse era il caso di farmi fare una visita da un bravo ginecologo....ahahahah che ridere!
Tutto questo per dirvi che a me lo sport piace, ma piace vederlo comodamente seduta sul divano ed invece da qualche settimana ho iniato seriamente a dedicarmi almeno 1/2 ora al giorno a camminare e correre visto che magicamente in tre mesi ho preso dei kg che guarda caso si posizionano sempre in quel luogo tanto "caro" a Jennifer Lopez!
Così tornando da correre, passo in lavanderia butto tutto in lavatrice aziono il comando Sportware, che fa pure figo e corro in cucina affamata.
E cosa mi trovo in frigo? carote e petto di pollo. Lo so la dieta suggerisce di farlo grigiato e le carote mangiarle a crudo ma vi pare?! Io non ce la faccio proprio e poi posso lasciarvi orfani delle mie ricette? Certo che no!

E così con un pò di aromi e delle olive taggiasche tutto assume un sapore di certo più invitante. Provatele anche se non siete a dieta :)

PETTI DI POLLO AROMATIZZATI AL LIMONE ED ORIGANO CON CAROTE SPADELLATE CON OLIVE TAGGIASCHE ED ERBA CIPOLLINA

Marinare i petti di pollo in olio evo, succo di limone, origano e aglio schiacciato.
Cuocere i petti su una piastra ben calda con del sale grosso.
Nel frattempo cuocere le carote con un pò di acqua calda, a fine cottura (devono rimanere croccanti) aggiungere le olive taggiasche e dell'erba cipollina (che io congelo ed ho sempre pronta all'uso)
Un piatto leggero ma gustoso!!!


RomyChef's Blog


Buona serata!

lunedì 24 settembre 2012

E che la "Sagra della Zucca" abbia inzio

E' arrivato l'autunno con i suoi colori, con i suoi primi freddi, con il cielo grigio e la pioggerellina ( si lo so in alcune zone d'Italia ci sono ancora 30°, ma qui al Nord l'estate ci sta lasciando) e allora ecco che iniziano ad arrivare sui banchi della frutta dei magnifici prodotti della nostra terra come i funghi e poi lei...la Regina, la mia preferita la Zucca!
Una delle cose positive del vivere in Veneto? E' l'estrema facilità in cui la si può trovare e quindi via libera alla mia fantasia.
Complice anche una delle mie riviste preferite "La Cucina del Corriere", che le dedica un articolo,  ieri sera per cena ho cucinato la prima crema di zucca della stagione (credetemi ne seguiranno altre!) e dopo averla fatta tante volte con le mazzancolle questa volta l'ho preparata con le capesante.



Romy Chef's Blog

Ecco quindi la ricettina estremamente semplice, ma davvero gustosa

CREMA DI ZUCCA AL CURRY  CON CAPESANTE

Ingredienti:

- zucca gialla
- scalogni e cipolla rossa
- 1 patata
- prezzemolo
- curry
- capesante
- olio evo
- sale e pepe

Mettete in una pentola la zucca (la mia era già a pezzi decorticata) e la patata tagliate a pezzi con 2/3 scalogni e metà cipolla rossa. Aggiunegere dell'acqua calda e del curry, aggiustare di sale e lasciare cuocere. (Potete fare anche il soffritto, io preferisco non farlo e aggiungere l'olio evo a fine cottura prima di passarla al minipimer)
Una volta cotta passarla al minipimer ed ottenere una crema liscia e vellutata.
A parte prendete una padella e mettete un filo di olio evo e fate cuocere a fiamma alta 1 minuto per parte le capesante (io ho preso quelle congelate ma per questo tipo di preparazione vanno benissimo, l'importante che le lasciate scongelare in frigo)
Impiattare con un filo di olio evo, prezzemolo e del pepe macinato.
E' una vera goduria, la dolcezza della zucca e della capasanta a contrasto con lo speziato del curry, come dice il mio maritino altro che mangiare al ristorante e poi si risparmia pure, il solito "braccino corto"!!! :) Il tutto accompagnato da un buon vino bianco del Trentino: un Müller Thurgau
     


Romy Chef's Blog


Romy Chef's Blog
Buona settimana a tutti!

domenica 23 settembre 2012

La domenica è tradizione

La domenica mi piace riscoprire il gusto della tradizione, sarà che sono cresciuta con una mamma che la domenica mattina si metteva in cucina a preparare gnocchi, tagliatelle, lasagne, tortellini, mi ricordo che mi alzavo per fare colazione e mi mettevo in un angolino del tavolo con una tazza di latte dove ci inzuppavo  i biscotti Granturchese ( io abitavo dietro la fabbrica della Colussi...che fortuna eh?!) con in mezzo la nutella che fuorisciva dai buchini (una meraviglia!) e la guardavo affascinata!






Così' la domenica anche io riporto i piatti della tradizione sulla mia tavola ma, visto che sono una foodblogger che ultimamente fa attenzione al benessere di ciò che mangiamo li rinnovo sempre come in questo caso usando della pasta al farro. Provate ogni tanto ad usare questo tipo di pasta, il l farro è molto salutare, ricco di fibre, altamente digeribile e meno calorico e quindi direi ottimo visto che ultimamente con l'età che avanza anche qualche kg di troppo si fa vedere dove non dovrebbe!
Ecco quindi dei Tortiglioni al farro con ragù di finferli e salsiccia. Niente soffritti solo olio a crudo e del timo a profumare il tutto.
Un piatto avvolgente e che profuma di autunno :)

Buona domenica a tutti!

giovedì 20 settembre 2012

Qual'è il colmo per una food blogger?

Qual'è il colmo per una food blogger? Avere il marito che non si fida della sua cucina e va a prendere 2 pizze! Non male direi?!
La scena è più o meno questa: ieri sera il mio amore torna a casa da un viaggio di lavoro stanco e affamato e mi chiede: " Amore è pronto?" Ed io praticamente con la cucina sottosopra, sporca di farina, la frusta nelle mani (si diciamo che come novella sposa non sono certo il massimo della sensualità) me ne esco dicendo "Bhè amore ho appena fatto un plumcake salato ma avevo il lievito di birra in polvere e non quello istantaneo, c'è da aspettare che lieviti un pò, la cottura poi è lunga, non so se viene fuori bene, bla bla...." La sua risposta: "ok andiamo a prendere 2 pizze!" però una grande fiducia ripone in me il mio maritino!!! :)
Comunque le pizze erano buone, ed una volta sfornato il plumcake era buono anche lui e ci scappa un bel TIE'!!!
E' la conferma che in cucina basta saper rimediare e tentare e le cose riescono sempre ed è questo il bello, magari accada così sempre anche nella vita!
Il plumcake è stato aperitivo per me ed i miei due cari colleghi che sono venuti a pranzo da me e sarà la cena di questa sera accompagnata con dell'insalata mista, quindi ecco la ricetta, fidatevi è molto buono, ma usate il lievito istanteno per pizze (si insomma il pizzaiolo Paneangeli o se lo avete del lievito istanteneo biologico oramai lo si trova anche al supermercato) così non dovrete aspettare che lieviti o rischiare di andare a prendere le pizze perchè l'attesa è lunga!

PLUMCAKE SALATO ALLO YOGURT E SPECK

Questo è uno di quei plumcake con la base di yogurt il cui vasetto ti fa anche da unità di misura, quindi ecco gli ingredienti:

- 1 vasetto di yogurt naturale bianco
- 3 vasetti di farina 00 setacciata
- 1 vasetto di grana grattugiato
- 1/2 vasetto di olio di semi
- 1/2 vasetto di latte
- 2 uova
- 1 bustina di lievito istantaneo
- sale e pepe q.b.
- speck tagliato a listarelle (potete usare qualsiasi altro salume, e se lo volete alle verdure potete unire zucchine, piselli precedentemente sbollentati o pomodori secchi)
- semi di zucca

Mettere in una ciotola lo yogurt e tutti gli ingredienti. Mescolare il tutto se vedete che il composto è poco uniforme e liscio aggiungere un pò di latte.
Infornare in uno stampo da plumcake rivestito con della carta da forno, livellare bene il composto e mettere sopra dei semi di zucca (vanno bene anche altri semi, io avevo quelli visto che ultimamente li metto anche nell'insalata sono buoni provateli!)
Infornare a 170° per 40 minuti, controllare la cottura con uno stuzzicadenti.
E' buono anche tiepido o il giorno dopo...provato proprio oggi ed ho avuto il consenso anche di Anna e Stefano!









Buona serata!


mercoledì 19 settembre 2012

Una piccola gioia in un mare di dolore

"Una piccola gioia in un mare di dolore" è questa la frase che ha detto l'oncologa a mia madre, un'oncologa bravissima e soprattutto umana!
Spero di non annoiarvi, ma io sono sincera, come dice il mio Amore quello che ho nel cuore ho nella bocca e non riesco a scrivere delle mie ricette in maniera asettica e distaccata come in un libro di cucina, o come vedo fare oramai in tanti blog,  no io non sono questo, questo non è il mio angolo, il mio angolo è fatto anche di emozioni quindi per me è normale raccontarvi di me e di quello che vivo...
In questo ultimo anno la mia vita è stata un vortice di emozioni e purtroppo a parte quelle del matrimonio sono state sempre emozioni di paura e sofferenza, ma ieri finalmente una piccola gioia per la mia mamma e per tutti noi che ci voleva proprio per continuare a lottare contro il cancro con un pò più di speranza. Perchè in questa lotta si cade tanto e troppo spesso nello sconforto, nelle paure  per una nuova operazione o per i risultati di una visita o di una tac e ogni tanto ci si rialza con delle piccole ma grandi gioie....e così si va avanti sperando e amando e tornando alla normalità, magari anche solo per pochi mesi, ma sono necessari per riprendere le forze e le speranze.
Perchè quello che ho imparato e lo dico sempre è dare NORMALITA' alle persone malate e non farle mai sentire MALATE. Puoi piangere, disperarti, urlare, incazzarti, lamentarti, pensare al peggio, ma non lo devi MAI fare davanti a loro altrimenti alimenti solo più paura e non ne hanno bisogno quella la provano già loro  ogni giorno appena si alzano al mattino. Devi solo AMARLE e ASCOLTARLE.
Ecco spero che queste mie parole possano dare forza a chi si trova in un momento di smarrimento e di paura a causa di una malattia.

E visto che amare è per me  anche cucinare ecco un semplice hamburger che ho rivisitato con crema di peperoni delle cipolle per far si che mia madre, che non ama molto la carne riuscisse a mangiarla ...bhè risultato? mi ha chiesto la ricetta e ha fatto la scarpetta! Meglio di così! :)

HAMBUGER CON CREMA DI PEPERONI E CIPOLLE ROSSE DI TROPEA

Cuocere l'hamburgher in una piasta antiaderente con del sale grosso.
A parte cuocere i peperoni rossi con dell'acqua e  della cipolla rossa. A fine cottura frullare aggiungendo olio evo, sale e pepe e del basilico.
Lasciare marinare le cipolle rosse tagliate sottili in dell'olio evo per circa un'ora e servire il tutto, accompagnato con del pane toscano tostato.

Romy Chef's Blog



Ecco il risultato, semplice e gustoso!

martedì 18 settembre 2012

Cosa è essere felice?

Ho letto in un libro, non ricordo più quale, questa frase: "Cosa è essere felice?
E' avere una famiglia che ti ama, giocare, sorridere, mangiare ogni tanto la pizza, stare in salute, sentirsi utile a qualcuno, avere qualcuno che ti ama così tanto da leggerti un libro o da regalartene uno..."
Ecco io so cosa significa essere felice e l'ho provato questo week end: avere la tua famiglia che si fa km per venirti a trovare nella tua nuova città e condividere la tua nuova vita, che nonostante le difficoltà e le preoccupazioni di una malattia non perde il sorriso, che sta insieme a cucinare a ridere e mangiare, che va in pizzeria insieme e poi torna a casa e passa il sabato sera a guardare la partita (con il "gufo interista" di mio padre seduto accanto a mio marito milanista, scena troppo divertente!) e a disegnare con il nipotino le cose più belle che sono accadute durante la giornata, che vanno tutti insieme in libreria per regalare un libro al nipotino come premio per aver detto "addio" al suo amato ciuccio (speriamo che questa volta ci riesca, del resto la mia nuova città gli ha portato sempre bene, è qui che ha fatto i suoi primi passi staccandosi dal tavolino dell' Ikea che rimarrà nella storia o che ha detto la sua prima parola...) che passeggia fra le vie della città che da anni è diventata la mia città....tutti momenti meravigliosi vissuti troppo in fretta e purtroppo anche con un pò di malinconia dettata dalla consepevolezza della distanza e dalle difficoltà inevitabili che fanno parte da un pò di tempo nelle nostre vite...
Ma questo week end oltre a  tanta gioia  ha lasciato anche tanti buoni ingredienti "avanzati" in frigo che hanno dato vita ad una frittata buonissima e salutare perchè è stata cotta in forno in uno stampo da plumcake.

FRITTATA AL FORNO CON SPECK, MORLACCO DEL GRAPPA, E FIORI DI ZUCCA

Ingredienti:

4 uova
poco latte
speck
fiori di zucca
formaggio morlacco del Grappa ( va bene qualsiasi altro formaggio che avete)
cipollotto

Sbattere in una ciotola le uova con un pò di latte. Aggiungere il cipollotto tagliato a pezzi e precedentemente sbollentato, lo speck tagliato a striscioline. Versare il composto in uno stampo da plumcake rivestito con carta da forno. Appogiare sopra dei fiori di zucca precedentemente lavati e puliti e dei pezzetti di formaggio.
Infornare a 180° per circa 20/30 minuti e comunque controllare la cottura con uno stuzzicadenti.



Buona e leggera!
Buona settimana a tutti

martedì 11 settembre 2012

Il pesto che ti salva

Non so voi ma io sono una maniaca delle  "liste" ovvero sono la classica donna che per sentirsi "sicura" si fa mille liste: lista della spesa, lista dei lavori di casa, lista delle ricette da preparare, lista delle cose da comprare, lista delle cose da fare...peccato che tutte queste liste non vengono mai rispettate perchè ogni volta capita qualcosa che far saltare tutto, ma del resto sulla mia pelle ho provato che tutto quello che programmi o speri non va mai a finire come desideravi dalle cose più futuli a quelle più importanti della vita, ma c'è un insegnamento della mia mamma che porto sempre con me "qualsiasi cosa accade dobbiamo saperla abbracciare" ed è proprio il termine abbracciare che mi piace perchè rende tutto più dolce e confortevole...

Tutto questo per dirvi che da un pò di tempo nella mia lista della spesa non mancano mai tre ingredienti: zucchine, basilico e nocciole.
Perchè insieme danno vita ad una specie di pesto di zucchine semplice, gustoso e salva cena.
Infatti ho preso l'abitudine di prepararlo e congelarlo così quando arriva un ospite inatteso ecco pronta una pasta semplice e gustosa.

Diciamo che la ricetta è a prova di scemo infatti per fare questa Crema di zucchine e nocciole basta far bollire le zucchine private dei semi in una casseruola , toglierle e passarle nell'acqua fredda. Passare le zucchine con il basilico e le nocciole e un pò di olio evo, sale  e pepe al minipimer e formare una cremina.

Usare come condimento per la pasta, in questo caso io ho usato delle mezze maniche e ho messo anche delle scaglie di grana, ma è buona anche con la pasta all'uovo o con le classiche trofie, poi se la volete rendere più gustosa agiungete dello speck, della pancetta, dei gamberi.





A presto e Buona giornata!!!

giovedì 6 settembre 2012

Settembre...si torna a Scuola di Cucina

Ciao a tutti è arrivato anche Settembre così in un batter d'occhio l'estate è giunta al termine.
Per me è stata un'estate ricca di emozioni e cambiamenti ed è semplicemente volata via lasciandomi nuove sensazioni, nuone consapevolezze e ancora troppe e amare incertezze.
La consapevolezza che sono sposata  e che il matrimonio davanti a Dio ti cambia perchè ti senti più responsabile e perchè senti che il suo Amore entra nella nuova famiglia che si è formata e ti accoglie, ti culla, ti sorregge e ti conforta...SEMPRE!
La consapevolezza che accanto a me ho un marito meraviglioso che mi ha letteralmente sconvolto la vita, facendomi trasferire a 350 Km di distanza e facendomi rinventare a 30 anni una nuova vita.
La consapevolezza di aver trovato nuove amicizie e nuovi parenti su cui contare e di averne sempre accanto di vecchi che ti sostengono e ti aiutano SEMPRE!
La consapevolezza di avere una famiglia unita che con amore e con il sorriso affronta tutto quello che la vita inaspettatamente ti offre come la malattia e la sofferenza.
L'incertezza del futuro lavorativo per l'instabilità che la nostra Italia sta vivendo e che io personalmente purtroppo vivo nonostante una laurea, esperienze lavorative e tanta responsabilità e grinta.
L'incertezza per la malattia che quando arriva ti sconvolge la vita ti fa stare in allerta ti fa capire che nulla è certo che tutto è instabile e che tutto il resto non conta se si ha la Salute.
Ma poi arriva la  CUCINA colei che nonostante tutto è lì a darmi tutta la serenità e tranquillità di cui è capace, perchè cucinare mi rende serena, scaccia via ogni preoccupazione e così con l'arrivo di settembre si riaprono le scuole e  riapre anche la SCUOLA DI PECCATI DI GOLA.
L' ho scoperta per caso dopo il mio trasferimento in Veneto e non l'ho più lasciata, ogni volta che posso vado a farmi qualche corso perchè ogni volta è come tornare a Casa e più precisamente nel mio caso a Casa della Dani.
Così per chi è della zona di Castelfranco Veneto vi segnalo i corsi che stanno per ripartire:



  • Corso base di cucina generale: 7 lezioni da Lunedì 17 settembre 19.30-22.30
  • Passeggiando nell'Orto di Daniela...: 2 lezioni per imparare ricette con verdure, frutta, erbe, fiori e tutti i prodotti dell'orto: Fiori di zucchine in tempura, fichi grigliati al caprino, bucce di melanzane fritte su burrata; Zucchine al basilico e code di gamberi; Carbonara di zucchine; Zucchine in saor; Zucchine saporite e croccanti; Peperoni a punta rossa ripieni; Caponatina uvetta e pistacchio di bronte al balsamico; Involtini di melanzane al sugo; Cous-cous di verdure; Melanzane alle erbe aromatiche; Ratatouille di fagiolini al curry; Panzanella alla toscana; Insalata di pomodori e feta; Melone al moscato; Clafutis alle ciliegie Martedì 18 e 25 settembre 19.30-22.30
  • Corso base di pasticceria: 4 lezioni da Giovedì 20 settembre 19.30-22.30
  • Nuovo Happy Hour: 1 lezione: Bigne’ robiola e capperi; Le ciotoline di pane con pomodoro confit e olive; Paccheri ripieni; Bicchieri di riso venere e verdure al timo con ciuffo di spaghetti croccante; Pasta brise’ al parmigiano; Savarin di gorgonzola e noci su crostino; Morbidi al prosciutto cotto e pistacchi su crostino; Crema allo yogurt e pera, salmone affumicato e sesamo nero; Canape’ di hummus e peperoni arrostiti; Canape’ tapenade e formaggio di capra Venerdì 28 settembre 19.30-22.30
  • Cucina veloce d'autunno: 1 lezione: Cucchiai con salsa all’avocado e gamberi; Noci di capesante al bacon su purea di ceci al tahin; Scrigno di lattuga romana e radicchio con provola; Zuppa valtellinese al forno; Carpaccio di filetto di coda di rospo all’aceto di lamponi con broccoletti al vapore e nuvole di patate; Filetto di maiale al caffè con sformatino di zucca e cavolo; Sfogliatine di crema Mercoledì 3 ottobre 19.30-22.30
  • Pane, Pizza & C: 2 lezioni Mercoledì 10 e 17 ottobre 19.30-22.30
  • Una sera in un bistrot di Parigi!: 1lezione: Salade Lyonnaise; Bicchieri di indivia, noci e spuma di formaggio; Petto di faraona confit laccata al miele con chips di rape rosse e purea di patate al formaggio; Gnocchi alla parigina; Ile flottante con crema al caramello Giovedì 18 ottobre 19.30-22.30
  • Oggi Funghi!: 1 lezione: Zuppa di funghi ed orzo; Soufflè arrotolato farcito ai funghi con salsa piccantina ed emulsione al basilico; Pollo al prosecco con timballini di riso ai funghi; Fish pie di pesce e funghi con crosta di patate; Sfomato di funghi con crostini Mercoledì 24 ottobre 19.30-22.30
  • Corso base di pesce: 4 lezioni da Giovedì 8 novembre 19.30-22.30
  • Marco Martinucci interpreta...la Zucca: 1 lezione con Marco Martinucci, chef titolare dell'Officina Ristorante, Lunedì 12 novembre 19.30-22.30
Per quanto mi riguarda mi troverete molto probabilmente al Corso di pasticceria e a Pane Pizza e C. perchè come avrete potuto intuire dal mio blog non sono proprio una grande pasticcera o pizzaiola!!! :)

Un bacio e a presto!