Primi piatti Zuppe

Creme calde che scaldono il cuore

martedì, novembre 15, 2011 Romina Sannipoli 4 Comments

L’inverno lentamente sta arrivando, oramai qui in Veneto la sera fa veramente freddo e la voglia di tornare a casa per preparare qualcosa di caldo è veramente tanta! Magari poi concludere la serata accocolati davanti alla tv a guardare un bel film o come ieri sera finalmente a guardare un programma su rai uno che mi ha fatto ridere per 3 ore…bravo Fiorello!!!! Come sempre un grande Artista!!!
Ecco quindi due creme molto buone e gustose, ma purtroppo niente foto, come sempre ultimamente ho poco tempo da dedicare al blog, ma queste ricette comunque volevo darvele perché sono davvero ottime...

***CREMA DI FAGIOLI CON GAMBERI GRIGLIATI AL CURRY***

In un tegame fate un soffritto con dell’aglio e del rosmarino e fare cuocere per 10 minuti i fagioli (io ho usato quelli già cotti in vetro) con del brodo vegetale.
Una volta cotti, passare al minipimer fino a formare una crema omogenea e aggiustare di sale e pepe e dell' olio evo.
Nel frattempo fate marinare per ½ ora i gamberi con dell’olio evo e del curry (abbondante)
Riscaldate una bistecchiera antiaderente e fate cuocere per qualche minuto i gamberi.
Mettete la crema di fagioli e sopra i gamberi. Un filo d’olio. Accompagnare con del pane tostato…Sublime!!!

***CREMA DI CARCIOFI E TOPINAMBUR***

L’ho scoperto lo scorso anno e ora ogni volta che lo trovo ai banchi della frutta e verdura non posso fare a meno di comprarlo. Questo tubero così bruttino da vedere ma così buono da mangiare, può essere fatto crudo tagliato sottile con olio sale e pepe, oppure con la frittata, o in aggiunta a delle zuppe. Inoltre fa bene anche alla salute ed è ideale nelle diete ( a proposito come ogni brava sposa che si rispetti dovrò iniziare anche io la dieta???!!!)
Fate un soffitto con dello scalogno e aggiungere dei carciofi congelati ( si lo so i migliori sono freschi, ma utilmamente mi sento molto Benedetta Parodi con i sui surgelati)
Aggiungere del brodo vegetale e fare cucere per circa 20 minuti.
Nel frattempo in un pentolino con dell’olio ed un po’ di brodo cuocere il topinambur tagliato a cubetti e naturalmente prima privato della buccia per alcuni minuti fino a che non diventa morbido.
Quando i carciofi sono pronti passateli al minipimer e una volta ottenuta la crema aggiungere il topinambur, aggiustare di olio evo sale e pepe.
Il topinambur una volta cotto assomiglia nolto al gusto del carciofo quindi questo è un perfetto abbinamento alla crema.
Io ci ho cotto una pastina all’uovo per minestre molto buona che sono i “grattini”. Veramente semplice da fare e buonissima.

4 commenti:

PENSIERI

11/11/2011 Aiutiamo la ricerca

giovedì, novembre 10, 2011 Romina Sannipoli 0 Comments

Ciao a tutti!
non si può rimanere indifferenti di fronte alla malattia, non si può rimanere indifferenti davanti al cancro e mai come in questo periodo sono vicina all'AIRC.
Domani 11/11/2011 è la giornata per la Ricerca sul cancro. Basta mandare un sms al 45504 solo così possiamo aiutare i ricercatori italiani a rendere il cancro sempre più curabile.
Perchè i malati e i loro familiari hanno bisogni di questo che la ricerca doni loro la speranza che dal cancro si possa anche guarire!
Per saperne di più andate sul sito dell' AIRC Grazie

0 commenti:

Secondi piatti

Un merluzzo che si crede un “baccalà alla vicentina”

giovedì, novembre 10, 2011 Romina Sannipoli 0 Comments

Lo so con questa ricetta farò innorridire tutti i vicentini doc, tutte le donne e gli uomini (primo fra tutti il mio cognatino veneto “chef”) che con pazienza e parsimonia stanno a preparare per 2/3 gg lo stoccafisso prima di poterlo cucinare e seguono alla perfezione la ricetta. Ma io penso anche a tutte le donne che tornano a casa dal lavoro, hanno voglia di mangiare qualcosa di succolento ma non hanno tempo!
Ed è quello che è capitato a me ieri sera tornando a casa!
Adoro il baccalà alla vicentina o meglio il “bacala”, la regione che mi ha adottato non mi ha fatto rimpianegere la cucina umbra perché il veneto è ricco di salumi, ortaggi, formaggi che adoro…(non sono mica dettagli da trascurare!!!! )
Fino ad’ ora non sono mai riuscita a cucinarlo, onestamente per mancanza di tempo e perché il mio amore sono certa non sopporterebbe l’odore del baccalà in giro per la casa, ma la scorsa sera presa da una voglia irrefrenabile di questi sapore ho cucinato dei semplici filetti di merluzzo oltrettutto surgelati che ricordavano comunque il gusto del baccalà alla vicentina.

INGREDIENTI:
- Filetti di merluzzo
- Scalogno o cipolla bianca
- Poca farina
- Olio evo
- Latte
- Un po’ di alloro
- Sale e pepe qb

Affettare finemente lo scologno, io di solito uso lo scalogno al posto della cipolla quindi in dispensa avevo solo questo, fare appassire lo scologno con dell’acqua, aggiunegere poi l’olio evo e aggiungere i filetti di merluzzo leggermente infarinati, ricoprire con del latte e ancora dell’olio, aggiungere dell’alloro.
Far cuocere lentamente per 30 minuti e aggiustare di sale e pepe q.b.
La consistenza deve essere cremosa, e accompagnare con della polenta…come la “siora Vitoria” avrebbe fatto nella sua locanda :D
Purtroppo niente foto, ma in questo periodo particolare della mia vita mi perdonate vero??!!!
Vi lascio però il link dove trovate di tutto e di più per la vera ricetta del Baccalà alla Vicentina

0 commenti:

PENSIERI

Ciao "Super Sic"

lunedì, ottobre 24, 2011 Romina Sannipoli 0 Comments

Questo è un blog di cucina, ma questo come ho scritto nel mio sottotilo è anche un blog di vita ed ultimamente in queste pagine mi capita spesso di parlare di vita ed oggi mi sento di parlare di una vita che non c'è più. Ciao Marco, ciao Super Sic come ti chiamano i tuoi amici e fans! Io non seguo molti sport ma il motociclismo mi è sempre piaciuto, energia e bravura, e Marco era un giovane ragazzo che di energia e bravura ne aveva e tanta! Quei riccioloni che secondo lui non avrebbe mai tagliato perchè attiravano le ragazze e a lui le ragazze piacevano...(strepitosa un'intervista che ho visto fargli dalla Cabello) da bravo romagnolo era allegro, battutaro pieno di vita! Aveva un sogno e l'ha realizzato, ha vinto gare e magari chissà sarebbe riuscito anche a diventare campione del mondo, ma per tutti noi suoi sostenitori campione lo era già diventato! Quel sogno gli ha tolto la vita, una vita che troppo presto si è spenta.
In questi giorni tv, giornali, blog...parleranno sempre di lui, lo ricorderanno, faranno vedere immagini, interviste...ma poi come sempre accade le luci si spengneranno, ma ciò che non si spegnerà mai sarà il dolore nei cuori dei suoi genitori, della sua giovane fidanzata e delle perone a lui care. Lo so che è solo un blog, ma mi sento di stringermi al dolore della sua famiglia, persone coraggiose e generose, Marco e il suo sorriso non lo dimenticheremo mai! Ciao Marco....Ciao "Super Sic"....

0 commenti:

PENSIERI,

Un peperone ….che figurone!

mercoledì, agosto 31, 2011 Romina Sannipoli 3 Comments

Ciao a tutti eccomi qui dopo l’ultimo post dove non lasciavo nessuna ricetta ma solo pensieri, paure e smarrimento…
Ora sono di nuovo qui purtroppo con le solite paure e il solito smarrimento che una malattia può generare.
Una notizia che ti sconvolge la vita, ma che nella sua brutalità ti da comunque la forza ed il coraggio di affrontarla e di viverla, coraggio che ha mia madre nell’averla accettata, nel essersi operata ed ora nell’iniziare il cammino delle terapie, delle cure e dei controlli….cammino che per quanto possa essere pieno di ostacoli e sofferenze bisogna imparare a viverlo con serenità e fede perché è la fede ti salva e ti da la forza di capire che Dio non viene mai a sconvolgere e a mettere dolore nella nostra vita se non per regalarci una gioia più vera e duratura.
Quindi ora devo trovare tutta la fede e tutto l’amore che ho dentro di me e donarlo a mia madre,ora sono io che cullerò con dolcezza la mia mamma.
So che ci saranno persone che ora mi staranno leggendo e sanno bene di cosa sto parlando,a loro e ai loro familiari e amici dono un grande abbraccio…..e voglio ricordare una frase di un dottore il tumore non è morte, è una malattia come tante altre più forte più devastante, ma dalla quale ci si può guarire….e loro, i malati e noi le persone che gli stiamo accanto abbiamo bisogno di sentire proprio questo. Si può anche guarire….è il grido di speranza….e se questo mio angolo di blog può servire a dare coraggio a solo una di queste persone allora posso esserne solo che contenta.
Ma il mio blog come dice il sottotilo è vino….è vita….è cucina quindi basta tristezza ed ecco una ricetta fatta al volo in una domenica di pranzo dove il tempo era poco ma la voglia di stupire e dare qualcosa di buono da mangiare al mio amore e alla mia cara amica era tanta!

PASTA CON CREMA DI PEPERONI E DADOLATA FRESCA DI POMODORI

INFREDIENTI: ( PER 3 PERSONE)
- 1 PEPERONE GIALLO
- 1 CIPOLLOTTO FRESCO
- POMODORI PACHINO
- BASILICO E TIMO FRESCHI
- OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
- SALE E PEPE
Questa è una ricetta veloce, sana e fresca e semplice da preparare.
Cuocere il peperone e il cipollotto a pezzi in acqua calda per 10 minuti circa o comunque fino a quando il peperone non sarà cotto.
Nel frattempo fate a cubetti il pachino e a rondelle il gambo verde del cipollotto fresco. Mettete tutto in una terrina e condide con dell’olio extravergine di oliva, sale e pepe e del timo e basilico spezzetato fresco.
Passare al minipimer il peperone e il cipollotto con del basilico e aggiungere a filo un po’ di olio, renderlo come una crema.
Cuocere la pasta preferibilmente dei fusilli o delle mezze maniche. Mantecare in padella con la crema di peperone. Impiattare e servire solo dopo aver messo sopra alla pasta qualche cucchiaio dei pomodori precedentementi marinati.
E’ veramente buona e fresca. Purtroppo niente foto ma avevo la macchina fotografica con la memoria piena dalle foto fatte durante la vacanza in montagna e ci credete se vi dico che su 200 foto non mi andava proprio di cancellarne neanche una visto che erano tutte belle….modestamente! ;)

3 commenti:

PENSIERI

La vita cambia.....

martedì, luglio 05, 2011 Romina Sannipoli 3 Comments

La vita prosegue…ti svegli al mattino provi a fare colazione, prepari la lavatrice, Sali in macchina e vai al lavoro, ti concentri, vai in pausa pranzo con i colleghi fai battute e ridi, ritorni al lavoro, vai in internet e poi dici di no è meglio che non faccio ricerche, ma ASPETTO, arrivano le 18.30 esci dal lavoro, torni a casa e chiami la tua mamma, le parli le chiedi come sta, se ha mangiato, se ha caldo, se si sente dobole…ma poi torni alla normalità, le domandi come è meglio lavare un vestito di seta, se è il caso che congeli o meno quel pollo che è nel frigo da giorni, insomma quelle cose normali in un periodo della tua vita dove ad un tratto nulla è più normale.
La mia vita in queste ultime settimane è appesa all’attesa, alla speranza per una malattia diagnosticata alla persona più importante della mia vita.
La persona che mi ha fatto nascere, che mi ha cullato, che mi ha coccolato, che ha asciugato le mie lacrime che mi ha insegnato a ridere, a sperare, oggi è arrivato il momento di ricambiare tutto questo…ci saranno giorni in cui sarò io ad asciugare le sue lacrime, a strapparle un sorriso ed una speranza.
Non è facile pensare che la persona che più ami al mondo, che la tua mamma un giorno possa avere biosgno di te, la vedi come un essere asessuato, che non prova dolore, che è lì per te PER SEMPRE, la tua mamma, ed invece, una visita, un risultato e la vita cambia in un attimo…tutte le tue certezze le tue sicurezze si traformano in paure. Ti senti smarrita e disperata, poi capisci che questo è il momento in cui più di tutti devo tirare fuori la donna che c’è in me, non sono più figlia, ma sono una donna forte che con amore proteggerà la sua mamma.
Dio non ci manda mai delle prove così dure senza motivo, il dolore porterà ad una gioia più grande…
Sono pensieri confusi, dettati da uno stato d’animo altalenante fatto di paure ed angosce, fatto di vivere di normalità quando i sentimenti vanno tutti al contrario…

Un saluto a voi a tutti

“Mia madre ha vissuto a denti stretti donando tutta se stessa agli altri eccetto il suo dolore che ha tenuto per se” – Umberto Veronesi

3 commenti:

PENSIERI

Dublino la citta che ti fa sposare......

domenica, giugno 19, 2011 Romina Sannipoli 5 Comments

Dublino la città che ti fa incontrare...
Dublino la città che ti fa innamorare...
Dublino la città che ti fa sposare...
Sono tornata dal matrimonio di due ragazzi, lui italiano lei tedesca conosciuti a dublino, l'amore si è trosfarmato in un Si ed ora sono qui a pensare a come la vita ti può cambiare grazie all'incontro con una persona...
A questi giovani sposi è successo questo, ad altre coppie che ieri erano al matrimonio dublino li ha fatti incontrare, si sono amati, si sono sposati, sono e stanno diventando genitori, donne e uomini di ogni età, italiani, francesi, tedeschi, irlandesi, brasiliani...per tutti Dublino è stata la città del cambiamento...anche per me ed il mio amore.
5 anni fa una ragazza, fresca di laurea e alla conclusione della sua prima esperienza lavorariva decide di partire forse per uno o due mesi per Dublino, per perfezionare l'inglese, per fare un'esperienza nuova...per scappare da quella solitudine e da quel vuoto che oramai da anni stava riempendo il suo cuore...
Quanti pianti, quante risate, quante persone di diverse culture e lingue ho conosciuto, l'emozione e la paura di vivere da sola in una grande città per la prima volta lontano dalla famiglia e dagli amici, la voglia di misurarsi con i propri limiti, la voglia di conoscersi davvero, scoprire di essere più forte, più estroversa di quello che pensavo, scoprire che anche se non si parla la stessa lingua si riesce a parlare anche con gli occhi e con il cuore...un'esperienza che porterò sempre detro di me, che racconterò ai miei figli, visto che se un giorno ci saranno, saranno proprio i figli nati dall'amore di due giovani ragazzi, oramai diventati grandi che si sono incontrati e si sono amati a dublino....
Qual'è la città più romantica del mondo? ovvio per me è Dublino...ciò che rende romantico un posto non sono le luci o l'atmosfera...ma sono i ricordi....ed il mio ricordo....è un ristorante, un ragazzo che entra dalla porta ed i miei occhi che incrociano i suoi....un incontro che fin dall'inizio ho sentito essere magico...
Ieri è stato ritornare indietro con la memoria, rivivere emozioni uniche, rivedere persone legate ad una città che ho amato ed amerò per sempre, perchè un pezzo di quella dublino, della mia dublino, ogni giorno è accanto a me.....
Auguri ai novelli sposi Andrea & Marco e a tutti noi Gente che si è Amata a Dublino

5 commenti:

PRIMI PIATTI

Monetina et voilà.....

giovedì, giugno 09, 2011 Romina Sannipoli 5 Comments


Cia a tutti....questo post inizia con una frase della canzone Vacanze Romane, perchè questa ricetta è composta da ingredienti che mi ricordano una vacanza romana....fatta di sapore e di piaceri di molti anni fa ma, indimenticabili, del resto la magia di Roma è così indelebile nel cuore di ogni persona che ha il piacere di visitarla.....
Era Giugno e siamo andati a Frascati a mangiare una pizza....e vedo per la prima volta che i fiori di zucca insieme alle alici vengono usati come ingredienti per la pizza...che dire una piacevole scoperta.(ero un adolescente, e devo dire ancora piuttosto inesperta nel cucinare)
Così visto che il venerdì cerco di portare a casa la vecchia tradizione della maggior parte delle famiglie italiane, dove si mangia il pesce, ho preparato queste linguine che sono la fine del mondo.

LINGUNE AI FIORI DI ZUCCA ED ALICI

- fiori di zucca
- alici fresce
- limone
- olio evo
- aglio
- linguine

Pochi ingredienti, veloce realizzazione per un risultato sorprendente.
Prima di tutto mettete a cuocere la pasta, io ho scelto delle linguine, in una padella intanto fate scaldare in dell'olio evo un spicchio di aglio, aggiungere poi le alici pulite e lavate e dopo qualche minuto i fiori di zucca ridotti a listarelle. Aggiungere qualche goccia di limone, nel caso non gradiate il sapore troppo deciso del pesce azzurro, sale e pepe.....togliere la pasta qualche minuto prima e ultimare la cottura saltandola nella padella con il sugo.
Et voilà...un primo veloce, sano e gustoso.

5 commenti:

PRIMI PIATTI

The Winner is…..Riso Venere con zucchine e mazzancolle

lunedì, maggio 23, 2011 Romina Sannipoli 3 Comments


Sabato vi avevo lasciati stremata e con il dilemma di come cucinare le mazzancolle che erano in frigo, il risultato è stato un classico Riso Venere con zucchine e mazzancolle.
Il riso venere nell’ultimo periodo insieme al cous cous è sempre nella mia dispensa!!!Buono dal sapore deciso e dal colore estivi che si abbina perfettamente con verdure e pesce.
Questa è una ricetta classica che trovate in tutte le riviste, libri di cucina, blog….semplice e veloce se non fosse per la cottura del riso che si aggira intorno ai 35/40 minuti.
Quindi incominciamo facendo cuocere proprio il riso in acqua bollente salata per 35/40 minuti abbondanti.
Nel frattempo togliete dalle mazzancolle il budellino nero, e tagliate a cubetti delle zucchine. Affettate sottilmente lo scalogno, fatelo cuocere per circa 10 minuti con un po’ di acqua dopo di che aggiungete dell’olio, le zucchine e le mazzancolle. Far andare a fuoco vivace, aggiungere un po’ di vino bianco e lasciare andare per altri 10 minuti.
Una volta cotto il riso, amalgamarlo al condimento, aggiungere dell’olio evo ec una macinata di pepe e del prezzemolo tritato ( che fra l’altro io ho dimenticato)
Molto buono…ciao e buona settimana, non so la vostra ma la mia è inziata male, fra l’altro nonso dove abitate voi ma qui in veneto sembra luglio…28 gradi!!!!

3 commenti:

PENSIERI

stremata dalle pulizie....

sabato, maggio 21, 2011 Romina Sannipoli 1 Comments

A me e al mio amore si sa ci piace andare in giro...del resto il nostro amore è nato a Dublino e da li è stato un continuo incontrarsi, fare week-end in giro per l'italia....ora ci siamo fermati ma è più forte di noi continuare ad essere dei "girandoloni". Così oggi ci siamo barricati in casa a PULIRE! Erano mesi che rimandavamo le pulizie di pasqua, si insomma tutte quelle pulizie che non so voi, ma io nn faccio certo tutti i giorni....vetri, finestre, porte, balconi, cambio armadio......ed ora il risultato è che siamo stremati :)
E stasera cosa cucino? la tentazione sarebbe una bella pizza, ma l'abbiamo già mangiata ieri sera ed inoltre ho delle manzacolle in frigo da cucinare...con cosa le cucino?con riso venere e zucchine o passatina di ceci??!! Non so sarà una sorpresa....

Buon Sabato sera

1 commenti:

PIATTI UNICI

Oggi mi sento molto Food Blogger...

giovedì, maggio 19, 2011 Romina Sannipoli 7 Comments


Girando per i blog di cucina, purtroppo lavorando ho sempre poco tempo per farlo, sono andata a finire nel blog “Sorelle in Pentola” oramai conosciutissimo grazie ad una delle due sorelle Chiara Maci, la quale fa parte dei giudici di un programma molto carino su La7d “Cuochi e Fiamme” un connubio di allegria, idee nuove e bravura dello chef-presentatore che sta diventando il mio mentore Simone Ruggiati.

Bello il blog di Chiara Maci e sua sorella Angela, belle le foto, belle le ricette, bello soprattutta la loro scelta, dedicarsi anima e corpo alla loro passione, non sapete quante volte vorrei mollare la vita pratica quella fatta di certezze lavorative (che oramai in questo periodo vacillano pure loro) la regolarità di uno stipendio fisso, per dedicarmi a ciò che veramente mi mette gioia ovvero la cucina….ma è un atto coraggioso e spesso parliamoci chiaro anche legato al fato, perché quante di noi vorrebbero fare della loro passione il loro lavoro? Io credo che siamo in TANTE!!! ma per riuscirci ci vuole oltre alla tenacia,il coraggio, l’esperienza anche…..fortuna :)

Fatto sta che queste due sorelle ci sono riuscite e visto che la passione per il cibo ed il vino è quello che più di conviviale e amichevole c’è nella vita non posso che essere contenta per loro e complimentarmi :D

Dal loro blog ho ripreso una ricetta che come ogni bravo “Chef” sono andata a rivisitare con quello che avevo in frigo, visto che tempo per fare la spesa non ce l’avevo e non si butta via nulla.

Questa ricetta al contrario di quelle che faccio di solito io che seguono comunque uno stile più classico è molto “fusion-blog” :D



BOCOCNCINI DI POLLO ALL’ARANCIA ED OLIVE TAGGIASCHE CON COUS COUS AGLI ASPARAGI

INGREDIENTI:

- PETTO DI POLLO

- IL SUCCO DI ½ ARANCE

- OLIVE NERE TAGGIASCHE CON OSSO

- CIPOLLOTTO

- ASPARAGI

- BRODO VEGETALE PER IL COUS COUS E PER CUOCERE LA CARNE

- OLIO EVO

- SALE E PEPE

Iniziate con il tagliare a rondelle il cipollotto e a pezzetti gli asparagi lasciando intere le punte. Cuocere il tutto con un po’ di acqua, soloa fine cottura unire l’olio evo e un pizzico di sale.

Preparate il cous cous, io incredibile ma vero l’ho scoperto da poco, (ve lo avevo detto che sono classica) ma è qualcosa di eccezionale, buono e versatile. Per la preparazione dei quantitativi seguire le istruzioni della scatola, io lo faccio usando o il brodo vegetale come in questo caso o solo l’acqua ed un po’ di olio, lo lascio riposare 4/5 minuti, sgranare con una forchetta ed è pronto. Io non lo ripasso come spesso dicono di fare in olio o burro, perché voglio una cosa molto leggera.

Mescolate in una terrina il cous cous con gli asparagi cotti e lasciare a temperatura ambiente.

Nel frattempo infarinate il petto di pollo tagliato a cubetti, mettetelo in una padella con dell’olio, fiamma alta per rosolare e poi bagnare con del succo di arancia ed aggiungere le olive nere taggiasche tagliate a pezzetti. Lasciare cuocere lentamente, nel caso in cui il sughetto si restringe aggiungere del brodo vegetale. Sale e pepe a fine cottura.

Io ho impiattato mettendo da una parte i bocconcini di pollo e dall’altra il cous cous di asparagi…proprio come vedete nella foto. A proposito questa volta se la foto non è venuta bene non è solo colpa della digitale, ma anche del mio amore che si è improvvisato fotografo :D

Buon appetito!!!

7 commenti:

SECONDI DI PESCE

Non tutto il cotto a vapore vien per nuocere

martedì, maggio 17, 2011 Romina Sannipoli 2 Comments


Chi lo ha detto che cuocere al vapore è solo sano e triste? io credo che basta mettere un pò di colore nel piatto e anche un semplice filetto di persico al vapore può diventare gustoso....

FILETTO DI PERSICO AL VAPORE AI SAPORI MEDITERRANEI

Occorre del filetto di persico o altro pesce senza lische, io per questo tipo di preparazione uso spesso il persico, la sua carne è saporita e si trova ad un buon prezzo (ecco che esce fuori il braccino corto che c'è in me) che farete cuocere al vapore. Ho da poco acquistato la vaporiera e non la mollo più :)
Da una parte in una terrina unite a pezzetti pomodorini pachino, olive nere taggiasche (consiglio di prendere quelle con l'osso hanno più sapore rispettoa quelle denociollate), capperi sale pepe, olio evo e un po di basilico spezzettato , rigorosamente fresco e raccolto dal vostro piccolo orto, il mio è composto da qualche vaso di erbe aromatiche, che incredibilmente a dispetto del mio scarso pollice verde sono ancora in vita ;)
Una volta cotto il pesce, impiattarlo e metterci sopra il composto di pomodori ed olive, un filo di olio evo. Accompagnare con della bruschetta con olio evo, sale e aglio.......Buon appetito

2 commenti:

INSALATE

Una pausa pranzo molto "finger food"

martedì, maggio 10, 2011 Romina Sannipoli 4 Comments


Ciao a tutti!!!! e mi dico da sola Bentornata Romy Chef!!!
Dove ero finita? mi ero persa nei meandri della quotidianità, degli imprevisti, nei momenti difficili e di crisi....ma ora sono tornata....non so voi ma quando moralmente sono un pò giù non riesco a scrivere e sinceramente neanche cucinare mi riesce un gran che.....
Magari molti di voi mi hanno seguito un pò su facebook ed hanno visto che ho avuto un'antipatica disavventura, mi sono fratturata il V metatarso e oltre ad aver portato il gesso per 1 mese, la riabilitazione è stata molto lenta, con cure e terapie.....
Mamma mia meglio non parlare di questo periodo, ancora ne porto le conseguenze fisiche, ma soprattutto moralmente è stato davvero difficile, in più essere lontano dalla mia famiglia e dai miei amici ha reso tutto più complicato, ma come si dice tutto serve a diventare più forte e a capire chi c'è al nostro fianco....ed io ho capito che il mio amore al mio fianco c'è ed è adorabile....
Tornando alle cose pratiche come ad esempio mangiare, vi voglio dare una ricetta toscana ma che si cucina anche in umbria, veramente da cucinare non c'è nulla è veloce e semplicemente deliziosa soprattutto d'estate...pochi ingredienti, semplici e gustosi servono a creare la PANZANELLA
Questa è la versione finger food che oggi a pranzo io e la mia collega ci siamo mangiate, naturalmente accompagnata da un orzo con fagioli e pachino cucinato dalla mia collega...insomma che dire ci trattiamo bene a pausa pranzo! :)

PANZANELLA
Prendere dei pomodori freschi e maturi, magari dall'orto, dei cetrioli, del cipollotto, del basilico e del pane toscano, se volete ma non è nella versione ufficiale della Panzanella dell'insalata verde.
Tagliare le verdure a pezzetti, bangnare il pane con dell'acqua e dell'aceto di vino. Aggiunegete tutto in un'insaletiera, condire con del basilico, sale e pepe, olio e aceto e mescolare tutto con cura, io faccio come faceva la mia nonna, con le mani, rimane il metodo migliore perchè tutti gli ingredienti si insaporiscano bene, lasciare in frigo. E' il classico piatto che il giorno dopo è ancora più buono da mangiare
Vi assicuro che è buonissima, provatela!
Buona notte a tutti e che bello tornare a scrivere!!!

4 commenti:

PENSIERI

Buon anno davvero...

venerdì, gennaio 07, 2011 Romina Sannipoli 0 Comments

"Buon anno fratello buon anno davvero e spero
sia bello sia bello e leggero
che voli sul filo dei tuoi desideri
ti porti momenti profondi e i misteri
rimangano dolci misteri
che niente modifichi i fatti di ieri
ti auguro pace risate e fatica
trovare dei fiori nei campi d'ortica
ti auguro viaggi in paesi lontani
lavori da compiere con le tue mani
e figli che crescono e poi vanno via
attratti dal volto della fantasia
buon anno fratello buon anno ai tuoi occhi
alle mani alle braccia ai polpacci ai ginocchi
buon anno ai tuoi piedi alla spina dorsale
alla pelle alle spalle al tuo grande ideale
buon anno fratello buon anno davvero...
che ti porti scompiglio e progetti sballati
e frutta e panini ai tuoi sogni affamati
ti porti chilometri e guance arrossate
albe azzurre e tramonti di belle giornate
e semafori verdi e prudenza e coraggio
ed un pesce d'aprile e una festa di maggio
buon anno alla tua luna buon anno al tuo sole
buon anno alle tue orecchie e alle mie parole
buon anno a tutto il sangue che ti scorre nelle vene
e che quando batte a tempo dice andrà tutto bene
buon anno fratello e non fare cazzate
le pene van via così come son nateti auguro amore quintali d'amore
palazzi quartieri paesi d'amore
pianeti d'amore universi d'amore
istanti minuti giornate d'amore
ti auguro un anno d'amore fratello mio
l'amore del mondo e quello di Dio..."


Con questa canzone di più di 10 anni fa di Jovanotti vi auguro Buon anno! Lo faccio ora dopo la Befana che con la sua scopa e i suoi dolci "tutte le feste si è portata via" lo faccio in ritardo, ma sono certa capirete, il lavoro, la trasferta ad Assisi dalla mia famiglia, l' influenza e la febbre alta che mi ha colpito durante la settimana di ferie non mi hanno permesso di farlo prima...
Io non sono una persona che si ferma a fare i bilanci dell'anno passato, i bilanci li lascio fare al commercialista :D mi auguro solo che il nuovo anno prosegua come questo passato....perchè anche se ci sono state sofferenze, fatiche e ferite, sono qui nonostante tutto con il sorriso a sperare con la consapevolezza che le fatiche e i dolori sono un vantaggio che ci fanno crescere e ci fanno capire quanta forza e quanto amore abbiamo dentro di noi...
Vi auguro amore....una valanga di amore...
Buon anno e buona vita a tutti voi!!!

0 commenti: